Volley, la Gap Edilcentro chiude il cerchio

1060
Fabrizio Licchelli
Fabrizio Licchelli

TAVIANO. Gli allenamenti ufficiali, così come le eventuali partecipazioni a tornei minori o ad amichevoli, partiranno i primi di settembre, in attesa della prima gara di campionato il 15 ottobre a Lamezia Terme. Per ora, però, il coach Licchelli si è limitato ad un paio di incontri per provare e conoscere i nuovi arrivati. L’allenatore non cela, però, la voglia di ricominciare a calcare il campo di gioco e di impegnarsi nel nuovo campionato che si prevede più duro e avvincente rispetto al passato. «Non vedo l’ora di ripartire – ha affermato Fabrizio Licchelli (foto) – dopo un anno travagliato, concluso poi con l’obiettivo raggiunto, nel prossimo vorrei esprimere al meglio il mio lavoro». Ormai la rosa dei giocatori è quasi completata, mancano un paio di elementi per chiudere il cerchio. L’ambizione è di formare una squadra molto competitiva, anche perché si dovrà tener testa a squadre molto ben organizzate: con la novità del campionato, ossia la creazione di una serie B unica, senza gironi, ha portato le squadre a ridimensionarsi e a rinforzarsi. «La nuova formula del campionato ha portato ad aprire il mercato con molto anticipo, le squadre di serie A hanno iniziato a formare le loro rose già da tempo attingendo anche da squadre di B, si è assistiti ad una corsa ad accaparrarsi i giocatori migliori – spiega Licchelli -. Questo ha portato dei ridimensionamenti anche nelle squadre di B. Delle due di Gioia del Colle, per esempio, solo una gareggerà il prossimo anno, e in previsione sta mettendo su un gruppo molto forte». Il Gioia sarà una delle squadre più ostiche da affrontare, ma lo spirito che si respira in casa Gap è dei migliori. Tutto procede al meglio per la formazione di un gruppo solido come non mai. «L’umore di tutti i giocatori, tra quelli riconfermati e i nuovi arrivati, è molto alto e speranzoso – conclude Licchelli – hanno tutti molta voglia di fare. E poi i problemi che abbiamo dovuto affrontare l’anno scorso sono solo un brutto ricordo».