Viabilità a nuovo e potature “drastiche”: se ne discute a Galatone

561

Galatone – Continuano a far discutere le modifiche adottate nella viabilità urbana a Galatone. Da pochi giorni c’è il nuovo cambiamento del senso di marcia per viale Aldo Moro, una delle arterie principali della città: la strada che congiunge piazza Pertini a via Savoia ha infatti subìto, su iniziativa dell’Amministrazione comunale, l’inversione del senso unico di circolazione istituito nel luglio scorso. Contestualmente, cambio di direzione anche per la parallela via Cadorna, che tra l’altro ospita il plesso scolastico De Ferrariis, con le classi secondarie di primo grado del Polo 1.

La nota del Comune «In seguito agli incontri a cui hanno partecipato i residenti, i commercianti delle due strade e l’Unione Commercianti di Galatone – fa sapere Palazzo di Città – si è deciso di invertire i sensi di marcia delle due vie, oggetto della sperimentazione effettuata nei mesi precedenti, e di regolamentare il flusso limitrofo». Da pochi giorni, dunque, viale Moro è percorribile da piazza Pertini verso via Savoia, e non il contrario, mentre inverso risulta il senso di marcia di via Cadorna, con il traffico che potrà procedere dall’arteria che porta a Nardò fino al piazzale della stazione.

Quasi 6mila euro erano stati stanziati nel luglio scorso per la sperimentazione e la messa in opera dei sensi unici di via Moro e via Pagliarulo, quest’ultima, interessata da problemi di sicurezza relativi alla velocità delle auto. «Non è più intenzione di quest’Amministrazione attuare il senso unico previsto per via Pagliarulo» si legge nelle disposizioni di Palazzo dei Domenicani, che ha così dirottato le somme destinate al tratto del “ponte” che collega zona Cappuccini a piazza Itria verso il nuovo cambio di senso attuato in questi giorni.

Pubblicità

La città si divide sul tema, e contro la nuova soluzione si schiera l’opposizione: «Sia ripristinato il doppio senso di marcia consentendo la sosta ai veicoli solo su un lato della strada» chiedono gli occupanti dei banchi della minoranza nella proposta di delibera in cui fanno emergere le difficoltà di esercenti e residenti dell’area. Opposizione che bacchetta Sindaco e Giunta anche sulla potatura degli alberi di via XX Settembre (foto), su cui hanno puntato i fari anche altre associazioni della città: «Avendo constatato l’intervento drastico – scrivono Livio Nisi, Annamaria Campa, Tundo, Ivan Roseto, Giuseppe Bondì e Giovanni Alemanno – che ha deturpato l’aspetto estetico della strada destando preoccupazioni tra i cittadini, chiediamo di sapere su che basi l’intervento è stato predisposto e con quali modalità è stata incaricata la ditta».

Pubblicità