Vaste (Poggiardo): al Brio Piano Festival tango, poesia e musica con “Le quattro stagioni” di Astor Piazzolla

377
Valeria Vetruccio
Valeria Vetruccio

Vaste (Poggiardo) – Seconda edizione del Brio Piano Festival dal titolo “Tango e poesia. Le quattro stagioni di Astor Piazzolla”: venerdì 30 agosto alle ore 21, presso il Casino De Viti (in via Altipiani 45) a Vaste, in programma il concerto per pianoforte, quintetto d’archi e voce recitante che quest’anno nasce nel ricordo di Lorenzo Ronzino, scomparso prematuramente lo scorso maggio. Protagonisti saranno gli studenti del conservatorio “Tito Schipa” di Lecce.

MUSICISTI SUL PALCO

Direttore artistico del Festival, come nella precedente edizione, è Valeria Vetruccio, pianista e docente del conservatorio Tito Schipa. Sua la scelta di coinvolgere nel concerto i ragazzi dello stesso conservatorio. In particolare sarà protagonista un quintetto d’archi, composto da Rebecca Bove, Paola Barone, Cristian Musio, Gabriele Musio e Davide Codazzo, accompagnato dai quattro pianisti Daniele Cervellera, Sara Metafune, Christian Greco e Agnese Carlucci.

IL REPERTORIO

Il programma comprende le “Quatro Estaciones Porteñas” di Astor Piazzolla, con testi poetici di Vittorio Bodini e Jorge Luis Borges, interpretati dall’attore e regista Salvatore Della Villa. “Las Quatro Estaciones Porteñas” è un gruppo di quattro composizioni di Astor Piazzolla incise tra il 1965 e il 1970, ideate come pezzi a sé stanti, poi riunite successivamente.

Pubblicità

In spagnolo il termine “porteño” è usato per indicare gli abitanti di Buenos Aires, capitale dell’Argentina, patria del tango di cui è impregnata la musica di Piazzolla, arricchita da elementi di musica colta europea e da ritmi jazz.

Casino De Viti a Vaste
Casino De Viti a Vaste

LA LOCATION

Il Casino De Viti sin dal Seicento ha seguito le vicende della popolazione e dell’economia salentina. All’inizio era un casino di caccia dove i nobili trascorrevano il tempo libero, lontani da occhi indiscreti. Nel Settecento fu aggiunto il salone monumentale antistante, che esibisce sopra il portone d’ingresso il bassorilievo di un puttino alato. Nell’Ottocento divenne un frantoio e nel secolo successivo fabbrica per la lavorazione e la conservazione del tabacco.

Al concerto, seguirà un rinfresco con degustazione di vini delle Cantine Bonsegna, a cura del sommelier Marco Muci.

INFO UTILI

Il Festival è organizzato dall’associazione Kromatica, in collaborazione con il conservatorio Tito Schipa, Tracce Creative Aps, Compagnia Salvatore Della Villa e Merico Pianoforti.

Info e prenotazioni ai numeri 329.8896371 – 329.7155894 – 347.8101770, via mail a briopianofestival@gmail.com o sulla pagina Facebook Brio Piano Festival.

Pubblicità