Un borsello, un telefonino e due bidoni aspiratutto: identificati gli autori dei furti

932

Casarano – Un borsello, un cellulare, addirittura due bidoni aspiratutto: si ruba di tutto, quando capita l’occasione ed anche quando non capita ma viene cercata. M. R. di Alliste, 28 anni,  è stato individuato quale autore di un furto in uno studio legale del paese. Rompendo la porta d’ingresso, il giovane è penetrato nel locale ed è andato via portando con sé due bidoni aspiratutto. Le indagini dei carabinieri hanno portato a lui che ora è denunciato per furto aggravato.

Cellulare, borsello e altro D. L. V. di Alliste è stato ritenuto l’autore della sparizione di un telefonino che era stato momentaneamente lasciato incustodito su di un bancone di un bar a Racale. A Taurisano  G. M. classe 1944, non si è accorto che nella rivendita di tabacchi vi fosse ben funzionante un sistema di videosorveglianza, ha allungato le mani su di un borsello sfuggito per alcuni minuti all’attenzione del proprietario. Subito dopo, appena ha avuto sentire di essere un osservato speciale, ha provato a disfarsi del bottino ma invano. Una 16enne a Taviano infine ha dapprima preso l’automobile della sorella maggiore, poi l’ha “alleggerita” di 200 euro che si trovavano nel cruscotto della vettura.