Ugento, bacini ostruiti dalla Posidonia: Abaterusso scrive a Regione e Consorzio di bonifica

916

Ugento – Non accenna a trovare soluzione l’annoso problema dell’accumulo di Posidonia nelle foci dei canali di Torre San Giovanni e Torre Mozza, ciclicamente ostruiti da depositi di alghe e sabbia che impediscono il deflusso dell’acqua.

Ernesto Abaterusso
Ernesto Abaterusso

A tornare sulla questione è Ernesto Abaterusso, presidente del Gruppo consiliare LeU/I Progressisti in Regione: lo fa con una lettera indirizzata all’assessore regionale alle Risorse agroalimentari Leonardo Di Gioia, all’assessore all’Ambiente Gianni Stea e al commissario straordinario del Consorzio di bonifica Ugento Li Foggi Alfredo Borzillo.

Si chiedono interventi strutturali e straordinari che consentano di risolvere il problema alla radice e non si riducano alla semplice manutenzione ordinaria e alla pulizia periodica dei canali. Abaterusso sottolinea nella sua lettera problemi che ormai da anni i residenti delle zone interessate ben conoscono. A cominciare dai miasmi che il ristagno delle acque determina, con problemi di carattere igienico-sanitario oltre che idrogeologico. “Si tenga presente – scrive il presidente di LeU/I Progressisti – che le località costiere in cui ricadono le medesime foci sono interessate da una forte presenza di attività commerciali e balneari, e hanno una vocazione turistica trentennale”. Per risolvere la questione Abaterusso auspica la convocazione di un tavolo tecnico fra i vari enti pubblici e territoriali interessati.

Pubblicità

La situazione dei canali di Torre san Giovanni e Torre Mozza era già stata portata all’attenzione della Commissione consiliare permanente (V Commissione ecologia e difesa del suolo) l’11 dicembre del 2018, e successivamente con un’interrogazione urgente del 21 gennaio di quest’anno.

 

Pubblicità