Turismo e trasporti: Gallipoli-Otranto in un’ora, c’è il collegamento diretto delle Ferrovie Sud-Est. I “Freccia” portano anche a Leuca

3691

Gallipoli –  Il collegamento diretto Gallipoli-Otranto è una delle novità dell’orario estivo delle Ferrovie del Sud-est in vigore da domenica 14 giugno. Ci si potrà spostare dalla costa ionica a quella adriatica (e viceversa) in un’ora, anche nei giorni festivi. La tratta Gallipoli-Taranto richiederà, invece, due ore e 15′.

L’assessore regionale ai Trasporti Giovanni Giannini, nel presentare il nuovo orario, ha annunciato anche i collegamenti durante la settimana sulle linee Lecce-Gallipoli, Lecce-Gagliano-Leuca, Lecce–Otranto e Gallipoli-Baia Verde circoleranno treni e bus mentre di domenica e nei giorni festivi tutta l’offerta sarà effettuata con solo su gomma.

Trasporti treno+bus

L’incremento dell'”intermodalità” vuole essere, infatti, il tratto distintivo della nuova stagione, non solo nel Salento ma in tutta la Regione. In Valle d’Itria, ad esempio, verranno proposti oltre 30mila posti con corse veloci, circolari e autobus di linea che collegheranno Martina Franca, Cisternino, Locorotondo, Alberobello, Castellana Grotte e Putignano a Bari, Polignano a Mare, Conversano, Monopoli, Fasano, Ostuni e Taranto.

Verso le principali località della costa ionica ci saranno, invece, circa 14mila posti e più di 15mila sul versante adriatico. Tra le località turistiche interessate Gallipoli, Baia Verde, Otranto, Laghi Alimini, Torre dell’Orso, Porto Cesareo, San Foca, Roca, Torre Sant’Andrea, Castro, Santa Cesarea Terme, Torre Lapillo, Torre Colimena, Manduria, Avetrana.

Biglietto unico dai treni “Freccia” sino a Gallipoli, Otranto e Leuca

Il Freccialink

Con i due nuovi servizi “Salento link” e “Trulli link” sarà poi possibile acquistare un biglietto unico per viaggiare sia in Freccia (da e per Milano, Bologna, Roma, Venezia fino a Bari e Lecce) che sui treni regionali di Trenitalia (da e per Foggia, Barletta, Monopoli, Fasano e Brindisi) e per proseguire il viaggio a bordo di treni e bus di Fse, in coincidenza per Alberobello, Cisternino, Castellana Grotte, Locorotondo, Martina Franca, Gallipoli, Otranto e Gagliano-Leuca.

«In questo modo le stazioni di Bari, Lecce e Taranto diventeranno importanti snodi intermodali, favorendo collegamenti capillari e un servizio sempre più rispondente agli interessi di chi viaggia in Puglia. Tutto sempre nel rispetto delle misure di prevenzione e di contrasto al Covid-19», fa sapere Giannini.