Troppi piccioni in centro a Taviano: a scacciarli ci pensa il falco

790

Taviano – In città arrivano i falchi per cacciare i piccioni: accade a Taviano dove la Giunta comunale ha deliberato l’adozione, in via sperimentale, del servizio di “bird control” attraverso l’utilizzo di alcuni falchi addestrati all’allontanamento dei piccioni.

«Ultimamente, quella di un gran numero di piccioni nel centro abitato, era diventata una situazione insostenibile; anzitutto per i seri rischi igienico sanitari per via di malattie parassitarie trasmissibili attraverso questo genere di volatili, e poi anche per il grave danno che con le loro deiezioni gli stessi arrecano ad edifici sia pubblici che privati, come ai tanti monumenti ed edifici religiosi presenti soprattutto nel centro storico», fa sapere il sindaco Giuseppe Tanisi.

L’ Amministrazione comunale ha deciso, pertanto, di adottare questa soluzione, “incruenta anche per gli stessi piccioni perché, sottoposti a stress dalla presenza di rapaci, sono destinati ad abbandonare il sito di nidificazione”. Una soluzione non limitata esclusivamente al centro storico ma che interessa l’intero centro abitato, comprese le periferie cittadine.

«I piccioni sono stati da sempre una caratteristica del centro storico ma attualmente – conclude Tanisi – data l’esponenziale prolificità di questi esemplari, la situazione era diventata davvero insostenibile per l’intera area urbana; è nostro dovere anzitutto garantire le condizioni igienico sanitarie della città, e poi anche preservare immobili, edifici pubblici e privati e monumenti che verrebbero deturpati e danneggiati, con ingenti costi di pulizia».