Tricase, il Sindaco va avanti nonostante una maggioranza zoppicante: “Se mi vogliono sfiduciare vadano via loro”

563

Tricase – “Se vado avanti? Certo, che vado avanti: se non mi vogliono se ne vadano loro”: Il Sindaco Carlo Chiuri, dimessosi e poi rientrato grazie anche all’appoggio del consigliere del M5S finalizzato al varo del piano urbanistico generale (Pug), appare determinato e deciso dopo l’ultimo incidente occorso in Consiglio comunale, quando – per l’assenza giustificata di un suo consigliere – si è trovato in minoranza.

E’ stata la decisione di restare in aula dei consiglieri di minoranza, cui pare si sia avvicinata anche Federica Esposito, vicepresidente della Provincia, a consentire di portare avanti i lavori, compreso il piano triennale dei lavori pubblici (dando via liberà così alla realizzazione della rotatoria di Lucugnano) e le variazioni al bilancio di previsione in scadenza.

La sfida del Sindaco a vecchi e nuovi oppositori

Il Sindaco Carlo Chiuri

Quando si è verificata questa situazione in aula, io me ne sono uscito, mentre loro sono rimasti al loro posto: fanno sempre così – attacca Chiuri – perché non vogliono rinunciare alla carica. Il caso Federica Esposito? E’ da tempo che non contiamo più su di lei”.

Il fatto è che non gli va giù a costoro che stiamo facendo tante cose. il 15 accenderemo le nuove luci in piazza Cappuccini”, sottolinea il Sindaco a riprova di quanto affermato. E poi cita il macello ristrutturato, le vie riasfaltate e le piazze tirate a lucido (lavori in corso), l’ascensore per consentire ai disabili di scendere dalla piazzetta di Tricase porto alla banchina utilizzando uno storico “cisternone”.

“Regionali, proposte per candidarmi”

Insomma, Tricase va, per il primo cittadino. Non solo dal punto di vista delle attenzioni di personaggi di grido, ma anche dal punto di vista industriale e occupazionale: l’ex calzaturificio Adelchi è stato venduto ad una società metalmeccanica di Miggiano che produce componenti di macchine movimento terra. Di segno positivo, a suo giudizio, anche le proposte “che mi arrivano da ogni parte per candidarmi alla regionali”.