Treno della memoria, tre giovani gallipoline in viaggio nei luoghi della Shoah

2010
Giulia Passaseo

Gallipoli – Sono tre le giovani gallipoline pronte a partire per l’esperienza del “Treno della memoria”: Maria Coluccia, Giulia Passaseo ed Eleonora Spagna, tutte under 35, dal 17 al 26 gennaio viaggeranno nei luoghi della Shoah.

Il progetto, giunto alla sua 16a edizione, è cofinanziato dal Comune. “Da quattro anni consecutivi – spiega il Sindaco Stefano Minerva –, il Comune di Gallipoli mette a disposizione della città una somma irrisoria per permettere ai giovani gallipolini di prendere parte a questa straordinaria esperienza. Investiamo così su ogni testimone diretto della storia e sulla crescita della comunità”.

Un viaggio che cambia chi lo compie

Non una semplice “gita”, ma un percorso educativo e formativo, di cittadinanza attiva: questo è il Treno della memoria, progetto validato dal Comitato scientifico dell’omonima associazione, di cui fanno parte docenti universitari, ricercatori e formatori provenienti da tutta Italia.

Il percorso si compone di alcune microtappe che precedono l’arrivo a Cracovia: verranno visitati i campi di Auschwitz e Birkenau, più una capitale europea (non è ancora stato comunicato quale) fra Budapest, Praga e Berlino.

Giulia Passaseo, 25 anni e una laurea specialistica in lettere conseguita a Bologna, racconta così le sue impressioni prima della partenza: “Sono molto emozionata, quella del Treno della Memoria è un’esperienza che ho sempre voluto fare e finalmente quest’anno ci sono riuscita. Credo sia un’esperienza importante, soprattutto oggi, per non ripetere gli orrori del passato. Parto piena di entusiasmo: è un viaggio che ti cambia e certamente mi lascerà dentro molto”.