Tre minuti, una storia: quella di Sarah e delle donne vittime della Shoah. Il video di Davide Restino per la Giornata della Memoria

520

Alezio – La storia di Sarah, 24 anni, è quella di milioni di donne perseguitate e uccise durante l’Olocausto. A raccontarla in appena 3 minuti è il nuovo video di Davide Restino, videomaker di Alezio, scritto da Francesca Ventura e interpretato da Veronica Mele, in occasione del 75esimo anniversario della liberazione del campo di Auschwitz e della ricorrenza internazionale del “Giorno della memoria”. Presto il sorriso sul volto di Sarah lascia spazio al dolore e alla sofferenza, così come il suo nome a un numero impresso a fuoco sulla pelle.

Il corto suggerisce una riflessione sulla persecuzione brutale giustificata dall’ideologia nazista a cui furono soggette le donne nei lager. Interi campi di concentramento furono destinati alle donne, come quello di Ravensbrück, che fino al 1945 incarcerò oltre 100mila prigioniere.

Le donne andavano spesso incontro alla morte a causa dei lavori forzati, oppure a seguito di esperimenti sulla sterilizzazione e altre pratiche disumane di ricerca. Soggette spesso sia a pestaggi che a stupri, molte donne si trovavano ad affrontare una gravidanza. Chi riusciva a sfuggire all’uccisione immediata veniva obbligata ad abortire o mandata a partorire in ospedali improvvisati, con conseguenze letali sia per la madre che per i nascituri.