Tentato adescamento a sfondo sessuale di una minore. All’appuntamento via web arrivano però i genitori e i carabinieri

4774

Parabita – Da un social network era entrato in contatto con una minore che era diventata la destinataria di proposte di natura sessuale, fino a chiederle un incontro. Ma la giovane ha informato i genitori e il piano di adescamento è finito con una persona (un adulto di un paese vicino) denunciata all’Autorità giudiziaria.

All’appuntamento infatti l’adolescente, cui l’uomo inviava anche materiale pornografico audio e audiovisivo tramite la rete, si è recata con i genitori che, individuato il maniaco hanno avvertito i carabinieri della stazione locale.

L’intervento dei carabinieri

Giunti subito sul posto i militi dell’Arma hanno identificato l’autore dell’adescamento. Per lui, rimasto a piede libero, la denuncia di cui risponderà per quanto accaduto.

Così descrive l’adescamento giovanile il sito Save the children: “L’adescamento online di minore consiste in una manipolazione psicologica che alcuni adulti possono effettuare per indurre bambini e adolescenti a superare la proprie resistenze emotive e instaurare con loro una relazione intima, anche sessualizzata, attraverso l’uso di chat della rete o social network”.