Taurisano, volontari in azione: nell’emergenza Covid raccolta solidale per chi è in difficoltà

1343
Generi alimentari raccolti dai volontari

Taurisano – In un momento difficile come quello dell’emergenza Covid che vede Taurisano pagare un bilancio pesante in termini di contagio, i cittadini riscoprono il valore della solidarietà e fanno rete: nasce così l’iniziativa del gruppo di volontari “Te lo regalo Taurisano”, che ha attivato una raccolta di beni di prima necessità e non solo da donare alle famiglie in difficoltà.

Coordinato da Tiziana Cimino, Simona De Siena e Orietta Piccinni, il gruppo di volontari ha raccolto generi alimentari, vestiario, articoli per l’igiene e l’infanzia, tutto ciò che i cittadini hanno messo a disposizione per donarlo alle famiglie disagiate e a quelle in quarantena.

“Abbiamo sentito la chiamata ad agire”

Altri articoli donati a chi è in difficoltà

Fare volontariato è sempre stato per noi un’esperienza di vita che ci ha regalato anche e soprattutto grandi soddisfazioni umane – spiegano i volontari di ‘Te lo regalo Taurisano’. – Riteniamo che nella società in cui viviamo, soprattutto in questo particolare periodo, i gesti di generosità siano indispensabili e fondamentali”.

In un piccolo paese come Taurisano – proseguono i portavoce del gruppo –, dove purtroppo del numero dei contagi si è perso il conto, abbiamo sentito forte la chiamata ad agire, a dare il nostro aiuto e contribuito, affiancandoci ad altre associazioni territoriali e non”.

Solidarietà anche dall’estero

La rete attivata da “Te lo regalo Taurisano” ha superato i confini del paese, raccogliendo adesioni e solidarietà anche da altri Comuni e perfino dall’estero: “Si è creata una vera e propria catena di solidarietà – spiegano gli organizzatori –, anche da lontano sono giunte richieste di collaborazione, dai ‘Salentini solidali’ (salentini che vivono in Svizzera), da altre nostre concittadine residenti in Svizzera, da Bethel Italia e da volontari di Casarano“.

C’è la forza di smuovere mari e monti pur di partire alla grande e aiutare i più bisognosi. L’opera umana più bella è quella di essere utile al prossimo, ci auspichiamo naturalmente che i donatori volontari continueranno a crescere più dei bisognosi e che in prossimità delle festività la nostra azione potrà essere incrementata da altri ausili” concludono dal gruppo.