Taurisano: cinque anni bastano e Di Seclì lascia. In campo due poli

2375

2TAURISANO. Principalmente per motivi anagrafici, ma anche per il dispiacere di non aver potuto realizzare tutto quello che avrebbe voluto: il Sindaco di Taurisano Lucio Di Seclì, centrosinistra, non cercherà il bis. «Ho ormai 74 anni – afferma – non è il caso che io mi ricandidi. La mia Giunta è formata da giovani in gamba: spero che qualcuno di loro possa prendere in mano la situazione». Tra i dispiaceri i rapporti col Pd, di cui fanno parte tutti gli assessori: «Io mi sono candidato da indipendente e tale sono rimasto. I rapporti con il partito, dunque, a volte non sono stati proprio idilliaci», dice. Sul lavoro di questi cinque anni, infine, aggiunge: «Sono dispiaciuto per non aver potuto fare tutto quello che avrei voluto. Non abbiamo potuto far fronte a tutte le richieste dei cittadini e non per cattiva volontà o per mancanza di capacità, ma perché la situazione economica degli enti locali è mortificante. I trasferimenti da parte dello Stato sono sempre di meno. Speravo di poter fare di più soprattutto per dare maggiore dignità a chi ha bisogno. Spesso la burocrazia fa passare in secondo piano l’attenzione verso le persone».

Il Pd, guidato da Claudio Lezzi (in alto a sinistra), ex Sindaco, intanto sta continuando gli incontri nel tentativo di creare una coalizione con i partiti attualmente all’opposizione (Rifondazione, Sel e Socialisti) fin dalle precedenti votazioni. Il consigliere del Prc Salvatore Rocca (al centro), a proposito di questa possibilità, afferma: «Dovranno essere garantite alcune azioni da attuare immediatamente e che segnino un cambio di rotta. Mi riferisco, ad esempio, agli interventi sull’accesso alla mensa scolastica, all’istruzione, all’attenzione alle classi meno abbienti, lavoro giovanile,cultura, riordino degli uffici». Poi aggiunge: «Chi sta iniziando a fare campagna elettorale promettendo l’apertura alle auto di piazza Castello mente sapendo di mentire: quella piazza non ospiterà mai le auto».
Aria di unità e di divisioni superate anche sull’altro fronte, che clamorosamente mancò la presentazione della lista cinque anni fa. Accordo raggiunto tra Forza Italia e il movimento “Insieme per Taurisano”, rispettivamente guidati da Lina Normanno e Antonio Montonato (in alto a destra). Nei prossimi giorni si stilerà il programma e si individuerà il candidato Sindaco: si parla con insistenza di Raffaele Stasi, già candidato nel ‘94 e battuto proprio da Leuzzi, particolare che fa pensare a una possibile riedizione del duello.
Partito anche il Movimento 5 stelle: campagna d’informazione prima di presentare candidato sindaco e lista. PT