Gallipoli – I lavori di ultimazione del tratto della litoranea sud – da Baia verde a canale dei Samari – slittano nuovamente a dopo l’estate. Nel tempo che manca per la bella stagione, saranno realizzati alcuni interventi di messa in sicurezza e rimozione delle ultime porzioni di asfalto.

Questo il quadro ad oggi dell’opera pubblica che più di tutto sta impegnando gli amministratori comunali, stretti tra il rischio di perdere gli ingenti finanziamenti che comprendono i lavori anche nel primo tratto Stadio-Baia verde, e l’esigenza di apportare alcune modifiche all’originario progetto.

Sono stati perciò effettuati questa mattina i primi rilievi per la ripresa dei lavori di rinaturalizzazione  a partire dal secondo tratto di Baia Verde. Dopo l’approvazione nel mese di  marzo  della variante tecnica necessaria per poter consentire la viabilità di soccorso, sancita da delibera di Giunta comunale, la ditta ha ripreso in consegna il cantiere lo scorso 16 aprile.

Pubblicità

Il tratto è stato poi lasciato libero per consentire il passaggio e l’accesso ai lidi durante le festività pasquali e i due ponti;  a partire da oggi in un tempo limite di tre settimane l’impresa  esecutrice dovrà concludere le operazioni previste in questa fase.

Tenuto conto dell’imminenza della stagione estiva in questi 20 giorni si darà priorità alla messa in sicurezza del tratto e alla totale rimozione delle porzioni di asfalto rimaste nell’area che va dallo stabilimento Zen alla seconda entrata, proprio in prossimità delle baracche del cantiere, che ostacolano il drenaggio del terreno e che hanno causato gli allagamenti straordinari verificatisi per le forti piogge.

Per quanto riguarda invece la realizzazione delle due corsie, la riduzione dell’area dedicata alle aiuole e l’illuminazione tutto è rimandato all’autunno, fermo restando il parere della regione,  cui spetta l’approvazione della variante, che deve ancora pronunciarsi. Se dagli uffici regionali arriverà il via ad ottobre dunque è prevista la ripresa del cantiere con il completamento del secondo tratto e la realizzazione completa della prima porzione che va da Lido San Giovanni, dove sarà realizzata una grande rotatoria,  fino alla seconda entrata di baia verde per ricongiungersi con la strada pedonale già avviata. Consegna massima prevista a maggio 2020.

Biagio Palumbo

A questo punto – commenta l’assessore Biagio Palumbo – tenuto conto che non è ancora pervenuto il parere regionale e della soprintendenza alla variante da noi approvata, saranno effettuate le operazioni necessarie per la messa in sicurezza, la rimozione dell’asfalto e interventi pulizia ordinaria e straordinaria per consegnare un tratto di strada il più possibile sicuro e decoroso per l’estate”.

Nel frattempo decine di automobilisti, non curanti della segnaletica e delle transenne, continuano ad attraversare in auto il tratto interdetto ai veicoli. Per evitare il verificarsi di questa situazione l’assessorato sta pensando a delle soluzioni che da un lato impediscano l’accesso alle auto ma garantiscano al contempo la possibilità del passaggio dei mezzi di soccorso.

Un sistema per bloccare il transito di auto “Sto pensando – conclude l’assessore – ad un sistema di barra fotosensibile già installata in altri contesti e luoghi. Si tratta di sbarre che riconoscendo le sirene sonore e luminose dei mezzi di soccorso si aprono automaticamente al loro arrivo”. Il parere degli enti preposti è atteso per questa settimana.

 

Pubblicità

Commenta la notizia!