La stagione estiva secondo Cittadinanzattiva: appunti per il Comune

1349

turisti nel centro storico di gallipoli 19-8-14 foto di Luigi Giungato (5)GALLIPOLI. Come una sentinella che vigila e che a fine giornata riferisce quanto accaduto con l’intento di contribuire a superare le criticità, Cittadinanzattiva a fine stagione estiva 2014 ha sottoposto all’attenzione degli Amministratori di Gallipoli “alcune riflessioni che evidenziano quanto di “buono” e di “cattivo” ha caratterizzato i mesi estivi, con l’intento di offrire una partecipazione attiva e un confronto costruttivo finalizzato a migliorare la gestione dell’attività turistica”.
L’ha fatto tenendo conto “delle segnalazioni ricevute e dalle lettere redatte da professionisti che hanno casa a Gallipoli ma sono del Nord Italia” dopo aver raccolto in schede le criticità che evidenziano un “imperdonabile degrado della città” e che riguardano un po’ tutto il territorio cittadino. Passati al setaccio tutti i punti problematici della città, evidenziati i problemi (parcheggi, stabilimenti balneri, rifiuti, degrado di alcune zone) e soprattutto fari puntati sul “turismo maleducato”.

L’altra faccia della medaglia è rappresentata “dall’enorme lavoro svolto dagli operatori del Pronto soccorso “e dalle forze dell’ordine per mantenere l’ordine pubblico”. Riconosciuti e apprezzati anche gli sforzi dell’Amministrazione comunale “per far fronte all’invasione turistica di massa per cercare di limitare i danni”. Per avere un’idea della gente che ha scelto come meta turistica Gallipoli, basta un dato: nel mese di agosto si sono registrate circa 60 mila presenze in più al giorno rispetto alla popolazione che abitualmente vive in città. Infine l’invito agli amministratori a programmare sin da ora un piano turismo per la prossima estate per evitare disagi ai turisti e ai locali. «Certo, i giovani – conclude la nota – restano una componente importante del turismo balneare estivo, però l’Amministrazione deve cercare di mettere i paletti affinché convivano pacificamente le masse di giovani con la voglia di divertirsi e i turisti e le famiglie in cerca di relax”.