Allo stadio malgrado il Daspo: deferito tifoso (e socio) del Casarano

2094

CASARANO – Alla passione non si comanda, men che mai a quella calcistica, e per un tifoso del Casarano scatta il deferimento all’autorità giudiziaria. Il 56enne S.P., già sottoposto alla misura del Daspo per due anni a partire dal 15 settembre, domenica scorsa è stato individuato dai carabinieri negli spogliatoi dello stadio “Capozza” tre quarti d’ora prima dell’inizio della partita con il Barletta. L’uomo(un commerciante), tra l’altro è pure “socio consigliere” della squadra di calcio e, probabilmente, riteneva di poter presiedere alle operazioni pre-partita in tale veste pur essendogli interdetta la possibilità di accedere ai luoghi dove si svolgono manifestazioni sportive addirittura nelle due ore antecedenti l’inizio delle gare. Il deferimento in stato di libertà gli è stato notificato dai carabinieri nella mattinata di lunedì 6 novembre.