Siringhe abbandonate, partita la denuncia dei genitori

1463
Ugento siringa sul muretteo
Ugento siringa sul muretteo

UGENTO. Le storie di degrado urbano non sono mai piacevoli da raccontare, soprattutto quando coinvolgono, sia pure indirettamente, i bambini. In questo ambito si ascrive un brutto episodio accaduto a Ugento che però evidenzia anche dei lati positivi, perché denota collaborazione tra cittadini e istituzioni. Risale a pochi giorni fa la denuncia di una giovane mamma la quale, approfittando di una bella giornata di sole, aveva deciso di portare il bambino a giocare in un’area alla periferia del paese, nei pressi di una scuola materna, dove molte mamme spesso si ritrovano per chiacchierare e lasciare i piccoli all’aria aperta.

Solo il caso ha voluto che ci si accorgesse di una certa quantità di siringhe ipodermiche usate, abbandonate lì dai tossicodipendenti che bazzicano lì intorno, soprattutto la sera e la notte quando la scarsa illuminazione pubblica crea vaste zone di buio. Allarmata, la mamma si è subito recata in Comune e già il giorno dopo la zona era ripulita. Lo zelo del Comune, per quanto apprezzabile, non è però stato sufficiente: le siringhe sono tornate appena poche ore dopo, anche più numerose. Lo sconcerto ha presto lasciato il posto alla determinazione: sono in corso delle indagini per individuare i responsabili di questi atteggiamenti incivili e pericolosi.