Sì alla sorellanza: a Presicce laboratori, convegni, libri

1743

presiccePRESICCE. Sarà incentrata sul tema della sorellanza la manifestazione organizzata nella sala del Trono di Palazzo ducale, in occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne. Si parte il 24 e il 25 novembre con il laboratorio sull’autostima: “Strumenti e risorse per accrescere l’autostima” tenuto da Marta Bruna Colella, psicoterapeuta cognitivo- comportamentale. Il 26 ci sarà, alle 18,30, la presentazione del libro “A Nido D’ape” quaranta donne ritratte da quaranta giornaliste, edito da Edizioni Esperidi. Il 27 sarà la volta di un convegno “Il nodo della sorellanza. Risorse territoriali, strategie e azioni in rete contro la violenza di genere”. Inizierà alle 17 con i saluti del sindaco Riccardo Monsellato (sinistra) seguito da Francesco Ferraro, sindaco di Acquarica e Antonio Buccarello, del Coordinamento istituzionale Ambito territoriale di Gagliano. L’apertura dei lavori è per le 17,30 ed interverranno Antonia Cairo, amministratore unico “Sanfra, Comunità S. Francesco”. Alle 18 sono previsti gli interventi di Giulia Sannola, funzionaria assessorato al Welfare della Regione Puglia; Cristiana Baldassarre, psicologa delle Rete regionale Sanfra; Erminia Colella, presidente e avvocata associazione “Spazio Donna”; Moira Fusco, psicopedagogista, responsabile comunicazione Sanfra. Conduce e modera Marisa Stivala (destra), assessora Servizi alla Persona del Comune di Presicce che commenta: «Sin dall’antichità, al nodo è stato attribuito una grande valenza simbolica, divenendo il  protagonista assoluto di molti modi di dire della nostra lingua. Dalla nascita, alle emozioni, all’unita di misura. I nodi definiscono ciò che blocca, che limita, che impedisce il dinamismo mentale e comportamentale, ma in tutto questo, però,  c’è un elemento dirompente che è la Sorellanza. L’unione delle donne che creano rete, che fanno rete. Per allearsi, per aiutarsi, per sostenersi, per formarsi»”. L’iniziativa “Nodo della sorellanza” è realizzato dall’assessorato ai Servizi alla persona con l’associazione “Spaziodonna”.