Serata con i versi di Aurelio Leo al Museo della Civiltà contadina di Tuglie

310

Tuglie – “I giorni che mi mancano di te” (edizioni Esperidi) è il libro di poesie di Aurelio Leo che verrà presentato sabato 18 gennaio, alle ore 18.30, presso il Museo della civiltà contadina di piazza Garibaldi a Tuglie.

Leo è nato e vive a Tuglie e si è laureato in Lingue e letterature straniere presso l’Università degli studi di Lecce con una tesi su Allen Ginsberg, guru della “beat generation”. Negli anni ’70  e ’80 ha collaborato con Antonio Verri nell’avventura editoriale del “Pensionante de’ Saraceni” ed in “Caffè greco” collaborando con diversi fogli di poesia di “collettivi militanti”.

La presentazione

«C’è un padre in ascolto, c’è l’ombra di un figlio perduto. C’è dappertutto non solo l’impressione ma la realtà di un’assenza: quella inesorabile procurata dalla morte», si legge nell’introduzione al volume curata da Luigi Scorrano. «Tutti i versi delle poesie riunite in questa raccolta sanno parlare direttamente al cuore, anzi  al cuore in esclusiva  vogliono parlare, perché dal cuore direttamente provengono, con intuizioni e intonazioni, scorsi d’anima, di mondo e di natura oltremodo intensi e travolgenti”, scrive, invece, nella postfazione Gianpiero Pisanello.

La serata di presentazione verrà introdotta dall’editore Claudio Martino  alla presenza dell’autore, di Scorrano, Pisanello e dell’attore Antonio Calò che curerà la lettura di alcuni versi.