Scuola, obiettivo sicurezza

1849
Il dirigente scolastico Fernando Calò
Il dirigente scolastico Fernando Calò

TAVIANO. L’avvio del nuovo anno scolastico, per le scuole di Taviano, avverrà con qualche disagio a causa dei lavori di ristrutturazione e di messa in sicurezza degli edifici scolastici. La campanella dell’avvio delle lezioni per i circa 1300 studenti è stata fissata per il 15 settembre. Differito l’inizio per gli alunni della prima elementare, il 16 settembre e, addirittura, il 1° ottobre per le due sezioni primavera. Il corpo docente, però, è pronto per accogliere con serenità tutti gli studenti.
«Cercheremo come sempre – afferma il dirigente scolastico, Fernando Calò – di offrire un servizio adeguato ai nostri giovani utenti. Le problematiche sono tante ma i nostri sforzi sono continui per offrire quella qualità che i tempi richiedono. Il corpo docente, da tempo, lavora all’unisono per l’inizio dell’anno scolastico e per offrire a tutti quel bagaglio di competenze che servono». Un pensiero riconoscente va all’Amministrazione comunale  che “ringrazio – conclude il dirigente – perché si prodiga per dare, alle famiglie tavianesi, locali e spazi idonei per migliorare sempre di più la didattica quotidiana a favore dei loro figli”.

Ci saranno, dunque grandi cambiamenti per le scuole di Taviano, questo grazie alla pioggia di fondi assegnati per il mantenimento del decoro e della funzionalità degli immobili scolastici. Ingenti, soprattutto, i finanziamenti arrivati dal Fondo ministeriale delle Infrastrutture per interventi finalizzati alla messa in sicurezza e alla prevenzione e riduzione del rischio connesso alla vulnerabilità degli elementi anche non strutturali degli stessi edifici. Numerosi, quindi, i lavori che riguarderanno le sezioni di via Carlo Mauro, l’intero edificio di via Bellini e quello di via Martiri d’Otranto.
Per i lavori di ristrutturazione, le 2 sezioni di via Macchiaioli saranno trasferite, per circa tre mesi, nell’attiguo edificio di via Bellini.
Lavori anche all’edificio delle Scuole medie per la coibentazione del solaio che ha dato qualche problema nelle ultime invernate e alla sede centrale delle Elementari “Aldo Moro”.