Scuola a Casarano: il liceo “Montalcini” pronto a riaprire “in sicurezza”. Ecco come

2163

Casarano – Tutto pronto per il ritorno in aula “in sicurezza” anche al liceo “Rita Levi Montalcini” di Casarano, dopo un’estate a dir poco movimentata. «In realtà non ci siamo mai fermati» afferma la dirigente scolastica Monia Casarano, che anche nei mesi estivi, grazie al supporto dei suoi collaboratori, di alcuni docenti dello staff e del personale tecnico amministrativo (Ata), in stretta collaborazione con il Responsabile servizio prevenzione e protezione della scuola, ha lavorato incessantemente per consentire una ripartenza in sicurezza e in tranquillità per tutti.

«Rientro in presenza e nessuna riduzione oraria», fanno sapere dall’Istituto (con sedi in via Ruffano e viale Stazione) sfruttando tutti gli spazi disponibili, interni ed esterni, resi agibili e accessibili attraverso interventi di edilizia leggera realizzati in accordo con la Provincia di Lecce: tramezzature, rifacimento e pavimentazione aree esterne, sistemazione delle palestre e del verde, al fine di garantire l’accessibilità di tutti i percorsi individuati nel protocollo di sicurezza scolastico per l’avvio del nuovo anno.

Una scuola “nuova”

E poi banchi nuovi, già forniti dall’ente Provincia e “banchi innovativi” richiesti al Ministero dell’Istruzione e al Commissario straordinario per l’emergenza Covid-19; gel igienizzanti in tutte le aule; dispositivi digitali per la Didattica digitale integrata; segnaletica in tutte le zone interne ed esterne degli edifici per garantire l’attuazione delle misure di sicurezza e prevenzione previste; organico aggiuntivo di personale docente e Ata chiesto al ministero e assegnato alla scuola, proprio per garantire il rientro di tutti gli alunni in presenza.

Una scuola completamente diversa da quella lasciata all’improvviso lo scorso marzo, per l’avanzare della pandemia, con aule allestite in modo da garantire il distanziamento di un metro tra gli alunni e di due metri tra docente e alunni, ambienti e spazi nuovi e una nuova modalità di fare ricreazione: in apposite aree dei cortili esterni, salvo condizioni meteorologiche avverse, assegnate ad ogni classe, per permettere agli alunni di trascorrere qualche minuto all’aria aperta.

«L’anno scolastico inizia con fiducia – concludono dal “Montalcini” – auspicando la massima collaborazione delle famiglie, affinché le nuove regole possano essere recepite e condivise come inderogabili e necessarie per salvaguardare la salute e la sicurezza di tutti. Ora entrano in gioco i veri protagonisti: gli studenti, perché non esiste vera ripartenza senza gli studenti in aula. Dirigente, docenti e personale Ata attendono con emozione di poter sentire le loro voci e tornare a vedere i loro volti sorridenti».