Salve piange per la scomparsa di Sara, “volata in cielo troppo presto”. Lutto cittadino in paese

36536

Salve–  Bandiere a mezz’asta a Salve per la scomparsa della Sara Minonni che si è spenta nel pomeriggio di ieri 6 aprile nell’ospedale “G. Panico” di Tricase dove era stata ricoverata d’urgenza sabato scorso a seguito di un improvviso malore. Sara aveva 15 anni e frequentava il primo anno dell’Istituto alberghiero di Santa Cesaria Terme. I genitori, Katia e Antonio, hanno acconsentito all’espianto e alla donazione degli organi affinché la vita della figlia possa salvare altre persone.

L’Amministrazione comunale di Salve ha proclamato il lutto cittadino per la giornata di oggi. «A causa dell’emergenza sanitaria che impedisce il corteo la veglia e il corteo funebre, abbiamo deciso di dare un segno concreto di vicinanza e rispetto – afferma il vicesindaco Giovanni Lecci – le celebrazioni funebri previste per oggi, martedì 7 aprile 2020, si svolgeranno in forma strettamente privata. Il Sindaco, in rappresentanza di tutti i cittadini, presenzierà al rito funebre e porterà l’ultimo saluto di tutta la nostra comunità». ma la tragedia coinvolge direttamente anche la comunità di Taurisano, paese natale del padre di Sara.

Il saluto della comunità

Il feretro della piccola Sara arriverà a Salve nel primo pomeriggio di oggi. Sosterà per alcuni minuti in prossimità dell’abitazione della famiglia dove verranno fatte risuonare le note di una canzone molto cara alla giovane. Al passaggio del corteo sarà possibile salutare Sara solo da balconi e finestre e le attività commerciali potranno unirsi alla commemorazione osservando il silenzio ed abbassando le saracinesche dei locali.

«Un bellissimo fiore di primavera è volato oggi in Cielo, accompagnato dalle preghiere dei Santi e il canto degli angeli. Da oggi –  scrive il sindaco Francesco Villanova – il profumo del suo ricordo si effonderà sulla sua famiglia e su noi tutti, per consolarci e per sostenerci, accarezzando, con tenerezza, emozioni e pensieri». Intanto si moltiplicano sui social i messaggi e le testimonianze di affetto verso la piccola. «Il mio angelo sta dormendo insieme agli angeli», scrive la madre Katia.