Salsa imbottigliata senza etichetta, tracciabilità e fatture: gli ispettori della Asl sequestrano 1.800 bottiglie

6933

Otranto – Circa 1.800 bottiglie di salsa di pomodoro prodotta artigianalmente sono state sequestrate, per poi essere distrutte, dal Servizio igiene degli alimenti e della nutrizione dell’Asl di Lecce. L’ispezione è avvenuta nei giorni scorsi in un deposito all’ingrosso in un paese del circondario di Otranto.

Le bottiglie erano prive di etichetta e perciò la loro produzione non era “tracciabile” come prescrive la legge. Al titolare è stata comminata una sanzione da 1.500 euro. Gli ispettori hanno pure verificato l’assenza di fatture. Dopo il sequestro, le bottiglie sono state avviate verso la distruzione.

Pubblicità