Salignano (Castrignano del Capo), rievocazione storica per un tuffo nel Natale di una volta

Prossimi appuntamenti il 26 dicembre e l'1 gennaio

1072

Salignano (Castrignano del Capo) – Domenica 16 dicembre la piccola comunità del Capo di Leuca ha permesso ai tanti visitatori di fare un tuffo nel passato con la prima rievocazione storica del periodo natalizio. “Non è un presepe – precisa don Salvatore Chiarello della parrocchia Sant’Andrea Apostolo di Salignano. – Abbiamo voluto presentare alla gente come veniva vissuto il Natale circa 80-100 anni fa, ricostruendo gli ambienti tipici della nostra tradizione”.

Tra le ambientazioni allestite, particolare curiosità hanno destato il deposito del grano, quello dell’olio e il pubblico forno che veniva utilizzato dagli abitanti per cuocere il pane. Nella “putea” sono stati offerti ai visitatori vino e pane arrostito, ceci e lupini. Nelle case, le donne hanno ridato vita alle attività delle nostre nonne, tra pittole, cartellate e orecchiette, mentre altre hanno tessuto al telaio e lavato i panni come si faceva una volta.

“La comunità si è mobilitata subito e ha partecipato con entusiasmo, ognuno ha contribuito come meglio poteva. Le stoffe per i vestiti sono state donate e alcune sarte si sono offerte di cucirle – continua il parroco di Salignano. – Musiche, sapori e tradizioni ci conducono nel ricordo di un passato lontano che, proprio come oggi di questo periodo, vedeva le famiglie e le comunità unite per festeggiare insieme il santo Natale”.

Pubblicità

I prossimi appuntamenti della rievocazione storica sono programmati per il 26 dicembre e l’1 gennaio, dalle 18,30 alle 21,30. L’evento promette di far rivivere uno dei periodi più “poveri” ma anche più fecondi della tradizione culturale salentina.

Pubblicità