Salento, turismo e trasporti (in ritardo): ecco la ricetta di Confartigianato imprese (che rispolvera la metropolitana di superficie)

792
Luigi Derniolo

Lecce –  Confartigianato imprese Lecce interviene sul problema della carenza dei collegamenti aerei che sta caratterizzando questa prima fase della stagione estiva nel Salento.

«Non si può lasciare che una realtà splendida e vocata al turismo come la nostra – afferma il presidente Luigi Derniolo (di Galatina) – arrivi all’apertura ufficiale della stagione turistica in queste condizioni di isolamento. Il problema della carenza dei collegamenti aerei verso il Salento è serio, non è solo un capriccio. Bisogna assolutamente incrementare il numero dei voli, a costi competitivi, al pari di altre realtà italiane. Le aziende artigiane stanno ancora pagando a caro prezzo le conseguenze della pandemia e dei mesi di lockdown. Non possiamo permetterci di perdere altro tempo».

“Le vie dell’artigianato”

Per Confartigianato imprese Lecce il pericolo maggiore è che i vacanzieri a orientarsi verso altre destinazioni: «La diminuzione dei flussi turistici, fondamentali per la sopravvivenza di numerose piccole e medie imprese, sarebbe un danno enorme soprattutto per la produzione artigianale del Made in Salento».

Tra i progetti messi in campo dalla confederazione di categoria per promuovere le eccellenze artigiane, le tipicità artistiche e agroalimentari c’è il progetto “Le vie dell’Artigianato – Percorsi accoglienti”, “anche per rilanciare il settore non solo a livello locale, anche nell’ottica di una destagionalizzazione, ma cercando di attirare un nuovo modello di turismo esperienziale in grado di apprezzare le nostre ricchezze”.

La metropolitana di superficie

«Ma i nostri sforzi saranno vani se non si permetterà ai viaggiatori di arrivare e muoversi nel nostro territorio. Non dimentichiamo che, seppur con tutte le dovute cautele del caso, numerosi comuni salentini registrano da tempo zero contagi. Questo è sicuramente un punto di forza se vogliamo promuovere una vacanza all’insegna della sicurezza», spiega Derniolo.

Confartigianato imprese Lecce segnala anche “i limiti e i ritardi di un trasporto locale, che risulta ancora insufficiente rispetto alla domanda”, invocando la creazione di una metropolitana di superficie per collegare tra loro i vari comuni. «Al momento – conclude  Derniolo – i servizi offerti da Ferrovie Sud Est, seppur con tanti sacrifici, non sono assolutamente sufficienti. Bisogna offrire a chi vuole visitare il Salento mezzi comodi, adeguati ed efficienti. Non chiudiamo le porte al turismo».