Salento in musica contro il Coronavirus: i video messaggi degli artisti che chiedono di restare a casa

2038

Gallipoli – “Restate a casa” è l’invito, l’appello, l'”ordine” per il proprio bene e per quello degli altri che in questi giorni rimbalza su ogni canale di comunicazione, dalla tv ai social. A ribadirlo scendono in campo gli artisti del nostro Salento, e lo fanno con video messaggi musicali in cui l’impegno civile sposa la creatività.

Da Racale Ester Ambra Giannelli dei Camden (trio di cui fanno parte anche Massimo Munitello di Ugento e Vincenzo Zizzi di Gemini) suona il suo appello al pianoforte, sulle note di “Fix you” dei Coldplay (video sopra).

Giuliano e i Negroamaro insieme a distanza

Un salentino a Roma Giuliano Sangiorgi dei Negroamaro, che ha suonato e cantato dal balcone della sua casa nella Capitale.

E tutta la band salentina (di cui fa parte anche il casaranese Andrea De Rocco, a destra nel video sopra) si è riunita – rigorosamente a distanza – per la “F**k the Virus Session”. Con un messaggio: “Restiamo a casa e da casa annulliamo le distanze, suonando dalla nostra stanza e in questo momento la nostra stanza è grande quanto questo mondo, che combatte e vince, senza alcun dubbio. Vi regaliamo questi attimi di spensieratezza, ciascuno dal proprio home studio, per supportare la raccolta fondi destinata alle Unità di terapia intensiva degli ospedali dell’Azienda sanitaria locale di Lecce”.

Video messaggi da Donatello Pisanello, Resina sonora, Mattia Ciullo e Consuelo Alfieri

Donatello Pisanello (di Taviano) riempie il silenzio dell’isolamento forzato con il suono del suo organetto (sopra il video), e scrive: “Vogliamoci bene, anche se tante volte litighiamo non fa niente. In questi momenti dimentichiamo tutto: i rancori, le offese, i dispetti. Invidie e gelosie vadano a farsi fottere. Che questi momenti di ‘isolamento’ rafforzino le nostre coscienze e saldino i nostri rapporti. Condividiamo tutto perché il bene unisce e il male divide, e noi preferiamo il primo! Perché ciò che è bello è anche veramente buono e ciò che è buono è veramente bello. E noi lo siamo tutti, buoni e belli, come non lo siamo mai stati. Purché non tirino troppo la corda perché anche questa, alla fine, può spezzarsi”.

Un “contributo contro queste serate noiose”, con l’appello a stare a casa arriva, sempre da Taviano, anche da Jerry Rifle Bramato dei Resina sonora. E da Taurisano risponde Mattia Ciullo, con il calore della pizzica e il brano “Indiavolati”.

A ritmo di musica popolare salentina c’è poi il messaggio di Consuelo Alfieri (di Palmariggi), voce e organetto dell’Orchestra popolare della Notte della Taranta.

Onda in musica con Après La Classe, Morrison Hotel e Selenia Stoppa

Appelli, vicinanza e note che rompono il silenzio arrivano anche dalla band degli Après La Classe (nata ad Aradeo nel 1996), che annuncia un nuovo brano che partirà dall’home studio a casa del leader Cesko (giù il video). Mentre il neretino Valerio Bruno “Combass”, bassista degli Après, offre lezioni gratuite di basso elettrico via Skype.

Suonano contro il Coronavirus e la quarantena pure i Morrison Hotel, con il video messaggio musicale che parte dalla tastiera di Gabriele “Leslie” Saracino (di Giuggianello). E Selenia Stoppa (di base a Felline) affida il suo #andràtuttobene alle note di “La casa in riva al mare” di Fiorella Mannoia.