Rumeni in Italia: a Parabita l’associazione “Ari Diaspora” è punto di riferimento

4241

Parabita – Circa 200 residenti a Parabita e, dalle ultime stime, ben 250mila in tutta la regione. Sono i numeri fatti registrare dalla comunità rumena emigrata in Puglia, una realtà sempre più numerosa e presente in tutto il Paese. A Parabita, dal settembre 2016, l’associazione di promozione sociale “A.R.I. Diaspora” prova a fare il punto sulla situazione dei rumeni residenti nel Salento e, nei giorni scorsi, ha ospitato il deputato rumeno Doru Coliu (gruppo Pmp), il presidente Pmp Italia Dorin Coman e il segretario generale Pmp George Matache in un incontro utile ad affrontare una serie di problemi riscontrati dagli immigrati.

La presidente Ionela Clinci «Il primo è certamente il lavoro nero», spiega la presidente dell’associazione Ionela Clinci. «Molte persone lavorano come badanti 24 ore su 24 e vengono pagate appena 600 euro al mese, avendo solo 8 ore libere a settimana. Queste persone – continua la presidente – spesso non hanno un contratto e non hanno diritto ad assistenza sanitaria». Qualche difficoltà viene riscontrata anche lato integrazione: «Tanti rumeni che arrivano in Italia non conoscono bene la lingua, hanno difficoltà ad integrarsi e in qualche caso ci si approfitta di loro». L’incontro si è tenuto nella Sala Macine del Comune di Parabita, alla presenza del sindaco Alfredo Cacciapaglia e degli assessori Francesca Giannelli e Gianluigi Grasso. L’associazione Diaspora, con sede a Parabita in via Bologna 15, conta circa 400 rumeni provenienti da diverse città del Salento e offre loro sostegno e aiuto anche burocratico.

Pubblicità