Raggirò i suoi clienti: ex avvocato finisce in carcere con oltre quattro anni da scontare

9735

Alfredo Cardigliano, l'avvocato truffaldinoRuffano – La sentenza diventa definitiva ed il 52enne ex avvocato Alfredo Cardigliano finisce in carcere. Lo scorso luglio la Corte di Cassazione ha confermato la condanna a cinque anni e otto mesi di reclusione per aver raggirato un gran numero di clienti, circa 64 nel totale. Truffa, appropriazione indebita ed infedele patrocinio i gravi reati che hanno portato anche all’interdizione dalla professione e dai pubblici uffici.

La pena 

La pena residua da scontare, al netto degli undici mesi di custodia cautelare, è ora du quattro anni e nove mesi. Così come previsto dalla legge, l’ex avvocato potrà chiedere l’applicazione delle misure alternative alla detenzione nel momento in cui la pena è inferiore ai quattro anni.

La truffa

La truffa ha coinvolto anche clienti di Casarano, Parabita, Supersano, Galatone e Galatina: le principali accuse mosse al professionista finito in carcere sono state quelle di aver raggirato i suoi clienti per somme rilevanti prospettando pericoli potenziali in corso di causa e trattenendo somme che andavano ben oltre gli onorari previsti.

Pubblicità

Nell’ultimo grado di giudizio, intanto, è stata riproposta la questione della corretta costituzione di parte civile di alcune parti che, a dire dell’avvocato difensore di Cardigliano, sono state rappresentate da difensori non abilitati al patrocinio in Cassazione.

 

Pubblicità