Raggira gli anziani soli per ottenere denaro: finisce in carcere truffatrice seriale (già ai domiciliari)

605
Carcere di Lecce

Lecce – È stata identificata ed arrestata dagli agenti del Commissariato di Galatina la donna che da un paio di mesi truffava anziani pensionati residenti in zona. I fatti segnalati risalgono sin dallo scorso novembre sino ai primi giorni di dicembre e nei vari episodi la descrizione fisica fornita dai truffati è risultata sempre identica.

Le indagini hanno permesso di individuare una donna già sottoposta agli arresti domiciliari  (S.M. le sue iniziali), la quale approfittando della condizione di fragilità delle proprie vittime, tutte in età avanzata, spesso anche sole e senza assistenza, è riuscita a far credere alle stesse, con raggiri ed artifizi, di essere lei a trovarsi in gravi difficolta economiche, con urgente necessità di prestare soccorso ai propri figli o addirittura fingendo di essere amica o conoscente dei familiari degli stessi anziani allo scopo di farsi consegnare piccole somme di denaro. Alle volte, però, non riuscendo subito nel suo scopo truffaldino, la donna giungeva anche ad usare la violenza strappando il denaro direttamente dalle mani delle vittime per poi darsi alla fuga facendo perdere le proprie tracce.

La donna è stata deferita all’autorità giudiziaria e ieri sera è stata condotta in carcere a Lecce dagli  agenti del Commissariato di Galatina in esecuzione dell’ordinanza di sostituzione degli arresti domiciliari con la custodia  cautelare in carcere disposta dal Gip del Tribunale di Lecce.