Racale, a Palazzo D’Ippolito nasce il Centro antiviolenza “Pia De’ Tolomei”

810
Palazzo D’Ippolito a Racale

Racale – Nasce al piano terra di Palazzo D’Ippolito, in via Immacolata, il centro antiviolenza e antimobbing “Pia De’ Tolomei”. Finanziato dalla Regione Puglia, a gestirlo sarà la Comunità San Francesco, per conto dell’Ambito territoriale di Gallipoli.

Il Centro sarà aperto ogni lunedì, dalle ore 10 alle 12, oltre a essere raggiungibile telefonicamente 24 ore su 24 al numero 328.8212906 per le 52 settimane previste dal progetto.

Il nome dalla tragica storia di una donna legata a Racale

A seguire l’iter di attivazione del Centro sono state – per l’Amministrazione comunale di Racale – l’assessore ai Servizi sociali Elisabetta Francioso e la presidente del Consiglio comunale Anna Toma.

Una curiosità: il nome scelto per il centro antiviolenza, oltre a ripercorre una storia di soprusi, è legato proprio a Racale. Infatti Pia De’ Tolomei, gentildonna originaria di Siena,  faceva parte della famiglia che nel 1411 infeudò Racale. Tragica la sua morte, avvenuta per mano del marito.

Questo, almeno, è quanto hanno ricostruito gli studiosi perché, la donna, raccontando la sua storia a Dante Alighieri (che la cita nel V canto del Purgatorio) sembra alludere amaramente al fatto che il suo assassino sia proprio il marito, descritto come colui che, dandole la morte, non rispettò la promessa di indissolubile fedeltà dell’anello nuziale.