«Qui l’Ecocentro vero»

2309

Gallipoli. Poco più di un mese di attività e la cittadinanza sembra pian piano abituarsi ad utilizzare il primo ecocentro della città. Quello di via Pasolini, inaugurato il 14 aprile scorso nelle immediate adiacenze del popoloso quartiere in zona  Peep 3. Anche se le cattive abitudini e il problema annoso dell’abbandono fuorilegge dei rifiuti sono ancora lontani dall’essere debellati.

Del resto, l’educazione civile e il rispetto verso il luogo in cui si vive non spunta dall’oggi al domani, per cui il territorio comunale – ammirato da tanti – continua ad essere ricettacolo di ogni rifiuto possibile ed immaginabile. Ma con i controlli serrati in atto da parte della polizia municipale e con le sanzioni previste dal regolamento comunale è meglio non concedersi più tante leggerezze perchè si rischia grosso.

La nuova isola ecologica per il conferimento degli ingombranti e dei rifiuti speciali e differenziati (affidata alla gestione della ditta Navita srl che detiene il servizio di igiene urbana) rimane aperta per tre giorni a settimana, lunedì, venerdì e sabato dalla 8 alle 13. Al momento non sono disponibili dati significativi sul conferimento dato che gli stessi addetti alla struttura parlano di un graduale avvicinamento della cittadinanza al servizio (numero verde 800 098563).

Sul versante discariche selvagge ecco una recente segnalazione giunta a “Piazzasalento” con cui si evidenzia quanto di increscioso si è verificato nel tratto finale di via Orvieto, all’altezza dell’incrocio che congiunge via Scalelle e la strada provinciale per Alezio. «Ecco il vero ecocentro – scrive amareggiato un cittadino – ed è in funzione 24 ore su 24». Dalla foto si capisce che in quell’angolo vengono abbandonati impunemente  rifiuti di ogni genere. L’appello alla vigilanza e al controllo degli enti e delle forze dell’ordine è ovviamente sollecitato.

L'”ecocentro” spontaneo all’uscita di via Orvieto verso Alezio