Casarano – Nuova condanna per truffa a carico della 40enne di Casarano Caterina Bevilacqua. La donna, già implicata e condannata con il marito per estorsione nell’ambito del mercato dei cavalli, questa volta ha maturato due anni di reclusione per delle truffe compiute nel maggio del 2015. Ricorrendo ad una serie di raggiri, la casaranese era riuscita a far leva sul bisogno di lavoro delle sue vittime estorcendo loro le somme necessarie per poter prendere parte a delle fantomatiche selezioni per l’assunzione in un altrettanto inesistente villaggio turistico.

La pena Due anni di reclusione la pena comminata dal giudice monocratico del Tribunale di Lecce: in favore delle vittime (residenti tra Casarano, Alliste, Racale e Taurisano), è stata pure prevista una provvisionale da 250 euro. L’indagine condotta dalla Guardia di Finanza  permise di ricostruire la serie di truffe messe in atto dalla donna che, con falso nome, prometteva alle sue vittime di poter reclutare varie persone (tramite contatti importanti nelle forze dell’ordine) da avviare all’attività lavorativa nell’ipotetico villaggio “Sole”. Per la partecipazione ai colloqui veniva poi chiesto il pagamento di una cifra pari all’incirca a 50 euro.

 

Pubblicità

 

Pubblicità

Commenta la notizia!