Prima gallipolina nominata Cavaliere del lavoro. Motivazione: “per il suo impegno nel sociale”

4958

Gallipoli – La presidente della Commissione provinciale Pari opportunità, Teresa Chianella è stata nominata “Cavaliere del lavoro”: lo certifica la Gazzetta ufficiale del 7 maggio scorso. Il prestigioso riconoscimento conferito per la prima volta a una donna di Gallipoli, le è stato conferito dal Capo dello Stato, Sergio Mattarella, “per il suo impegno nel sociale”.

La consegna ufficiale del Cavalierato avverrà il 4 novembre prossimo dalle mani del prefetto di Lecce, Maria Teresa Cucinotta. Sposata, 54 anni, Teresa Chianella ha due figli: Pietro, urologo nel Policlinico di Bari, e Alessandro al quarto anno dello Scientifico a Gallipoli.

Geometra e consulente ambientale per le pubbliche amministrazioni, lavora nell’edilizia fin dall’età di 18 anni. A quel periodo risalgono pure i primi impegni nel mondo dell’associazionismo e della politica. Consigliere comunale con l’incarico di capogruppo Udc e presidente  della Commissione comunale Pari Opportunità durante l’Amministrazione Errico, si deve a lei l’istituzione del Servizio civile in città e anche il restauro di alcune chiese confraternali, con la collaborazione dell’allora ministro Rocco Buttiglione, gallipolino di nascita.

Pubblicità

Femminista convinta, ha organizzato numerosi convegni e campagne di comunicazione in favore dei diritti delle donne e per il contrasto alla violenza. Componente della Cabina di regia per il Piano sociale d’ambito di Gallipoli, si è adoperata per l’istituzione del Centro antiviolenza e del Centro di ascolto per famiglie disagiate, organizzando incontri di educazione sentimentale nelle scuole, al fine di far emergere le criticità e la mancanza di comunicazione tra i ragazzi, che spesso sfocia,come ben noto, in episodi di bullismo e di violenza.

La dedica Vicepresidente della sezione locale dell’associazione internazionale Fidapa (federazione italiana donne arti professioni affari, presieduta dalla dottoressa Anita Marsano), così commenta l’onorificenza per Piazzasalento: “Dedico questo importante traguardo alla mia città e a tutte le donne gallipoline, impegnate ogni  giorno per la crescita sociale e civile della nostra comunità. Sono certa che dopo questo primo riconoscimento “tutto al femminile”, se ne aggiungeranno altre dopo di me, con onorificenze ancora più importanti e significative”.

Pubblicità