Presicce-Acquarica, domenica di eventi fra passeggiate nella natura e teatro

713
Lo spettacolo “I musicanti, 4 amici in viaggio”

Presicce-Acquarica – Una domenica da trascorrere in relax, quella del 7 aprile, fra natura e teatro.

Passeggiata nel bosco a Presicce. Dopo il successo dei primi appuntamenti continua il ciclo di incontri specialistici dal titolo “Il pensiero selvaggio”: punto di ritrovo è Masseria Pescu a Presicce, alle ore 10. Dopo una passeggiata nel bosco verranno illustrate le piante che crescono spontanee e, sotto la guida della biologa nutrizionista Mariangela Stasi, ne verranno illustrati i benefici. Ingresso gratuito, con offerta libera non obbligatoria. In caso di pioggia l’incontro si terrà nel frantoio ipogeo presente in masseria.

La domenica prosegue con un appuntamento teatrale per i ragazzi: nella sala del castello medievale di Acquarica del Capo, alle 17, andrà in scena la rassegna “Partenze d’aeroplani” proposta da TerramMare Teatro. In quest’appuntamento spazio allo spettacolo “I musicanti, 4 amici in viaggio” della compagnia Teatro le Giravolte (di Aradeo), riadattamento teatrale della celebre storia dei fratelli Grimm. Sul palco Francesco Ferramosca e Amelia Sielo.

I protagonisti della storia sono 4 animali: un asino, un cane, un gatto e un gallo. Tutti uniti da un destino: essere uccisi in quanto non più utili. Ciò che emerge immediatamente dalla favola è la capacità del gruppo di non abbattersi di fronte alle difficoltà ma di trovare nuove soluzioni: la diversità che diventa risorsa. I 4 protagonisti, seppur diversi, riescono a unire le proprie forze e a collaborare per un fine comune. Info ai numeri: 0833.571871 – 389.7983629 – 329.3504825.

La sera, ancora teatro, a Presicce: nell’oratorio “Don Tonino Bello” c’è il penultimo spettacolo della rassegna “Didomenica vediamoci in teatro”, curata da Antonio D’Aprile e promossa dalla Pro loco di Presicce in collaborazione con la parrocchia Sant’Andrea Apostolo. Evento patrocinato dai Comuni di Presicce e Acquarica. Sipario ore 20, info ai numeri: 328.8642446 – 335.1910601.

Lo spettacolo all’oratorio porta in scena due interpreti che sanno raccontare senza fronzoli né orpelli il territorio: Fabrizio Saccomanno e Mino De Santis (entrambi di Tuglie), protagonisti di “Trapule”. “Siamo nati e cresciuti nelle stesse vie di un paese del Salento. Negli anni abbiamo cercato di raccontare e fare testimonianza del mondo che ci circondava. Io con il mio corpo teatrale, Mino imbracciando una chitarra – afferma Fabrizio Saccomanno. – Inconsapevoli stavamo dipingendo con colori accesi il nostro sud, quello che ognuno si porta nel cuore, quel poco che ne resta. Forse era inevitabile che i canti di Mino ed i miei cunti dovessero incontrarsi”. L’ultimo appuntamento della rassegna è in programma è il 12 maggio, con “Il medico per forza” di Molière.