A Parabita note di festa per Santa Cecilia

1860

PARABITA – Per il quarto anno consecutivo, la chiesa del Crocifisso ha ospitato – a Parabita – la festa musicale in onore di Santa Cecilia. La serata di lunedì 20 novembre ha avuto inizio con la celebrazione della messa  presieduta da don Emanuele Pasanisi. L’evento è  stato arricchito dalla presenza delle pianiste Valeria Vetruccio e Lucia Esposito mentre a coordinare i lavori,  il presidente Luigi Leopizzi dall’associazione “Poliphonica Nova” in collaborazione con la confraternita di San Luigi Gonzaga. Alla manifestazione, hanno preso parte  gli allievi del Conservatorio “Tito Schipa” di Lecce, i quali sono andati in scena con diverse esibizioni al pianoforte e al violino. A comporre  un quartetto d’archi, invece, gli studenti del liceo musicale “E. Giannelli” di Casarano. Il coro “Regina Coeli” tratto dalla “Cavalleria rustica” di Pietro Mascagni, eseguito dalla “Poliphonica Nova”, ha suscitato un grande interesse tra i presenti  mentre ad esordire con “Il pastore svizzero” di Pietro Morlacchi è stato il gruppo bandistico della parrocchia di Sant’Antonio, diretto da Giorgio Marzano. Emozionante l’esibizione al violoncello, della parabitana Flavia Leopizzi, componente della prestigiosa orchestra nazionale “Giuseppe Sinopoli”. L’evento, ha  dato spazio anche alle “maestranze locali” con il prof. Enrico Tricarico al pianoforte  e a due referenti dell’associazione “Tarantula” di Collepasso, con Daniele Vigna alla chitarra e Rocco Nigro alla fisarmonica.