Pandemia può anche fare rima con pizzeria: malgrado il Covid c’è chi investe e apre con il microcredito della Diocesi

2346

Montesardo (Alessano) – La pandemia fa chiudere gli esercizi commerciali ma c’è anche chi in questo periodo decide di investire sul futuro.

È il caso di Antonello Garofalo, il giovane originario di Morciano di Leuca che due settimane fa in piazza Sant’Antonio a Montesardo (frazione di Alessano) ha inaugurato (senza poter far festa, dato il periodo) la pizzeria Saporè, dando avvio alla nuova attività imprenditoriale sorta nell’ambito del progetto Policoro della Diocesi di Ugento-Santa Maria di Leuca.

“Crediamo in un nuovo inizio”

Si tratta del fondo di garanzia “Progetto Tobia-microcredito” della “Fondazione Mons. De Grisantis”, sorto grazie alla volontà del compianto vescovo Vito De Grisantis al fine di supportare il problema della  disoccupazione giovanile nel meridione.

«Ci sarebbe piaciuto avervi tutti nel nostro locale per festeggiare questo momento importante ma prendiamo atto che il momento è difficile e la salute di tutti noi è un bene prioritario. Siamo mossi – afferma Antonello – dalla passione e dalla voglia di fare e seppur in controtendenza, crediamo che il nostro nuovo inizio possa essere un gesto di speranza per noi e per gli altri».