Ombrelloni “segnaposto” abusivi: sequestri lungo il litorale da parte della Polizia locale di Nardò

633

Nardò – Agenti di Polizia locale in azione per sequestrare lungo il litorale lettini, sdraio e ombrelloni “segnaposto”. Accade nelle marine di Nardò dove ieri sera, intorno alle 23, è scattata l’operazione condotta dagli uomini del comandante Cosimo Tarantino per permettere la piena fruizione delle spiagge così come espressamente previsto da un’apposita ordinanza regionale.

L’attrezzatura viene, invece, lasciata di proposito da quanto vogliono “garantirsi” il posto in questi giorni di iper-affollamento. Si tratta di un’abitudine illecita che si verifica anche altrove.

Gli agenti sono intervenuti in diversi punti del litorale procedendo alla individuazione e al sequestro di undici ombrelloni e di altra attrezzatura senza, tuttavia, poter risalire ai proprietari. Soddisfazione per l’operazione condotta è stata espressa da tante persone che hanno seguito da vicino il sequestro, ben felici di poter ritrovare finalmente l’arenile libero.  Dal comando di via Crispi fanno, inoltre, sapere che verifiche di questo tipo proseguiranno anche nei prossimi giorni.

Pubblicità

«Avevamo diverse segnalazioni – commenta l’assessore alla Polizia locale Bernaddetta Marini (nella foto) – e abbiamo deciso di intervenire in questi giorni di massimo afflusso sulle spiagge. È un malcostume detestabile, nel nome di una presunta “privatizzazione” della spiaggia libera che oltre ad essere vietata, è un segnale di inciviltà. Colpisce l’approvazione esplicita dei presenti, che hanno espresso ai nostri agenti viva soddisfazione per l’operato. Per quanto possibile e nel rispetto delle priorità del lavoro quotidiano della Polizia locale, riteniamo giusto insistere nel contrasto di comportamenti di questo genere».

Pubblicità