Nuove isole ecologiche “informatizzate” a Gallipoli: ora sono sei

926

Gallipoli – Completata nei giorni scorsi a Gallipoli la collocazione delle nuove isole ecologiche informatizzate. Il servizio, complementare a quello porta a porta partito il primo aprile dello scorso anno, consente ai cittadini che pagano regolarmente la Tari di smaltire i rifiuti in appositi contenitori secondo i principi della raccolta differenziata.

«Abbiamo completato l’installazione delle isole ecologiche informatizzate. In questi giorni – commenta il vicesindaco e assessore all’Ambiente Giuseppe Venneri – sono state posizionate due nuove strutture, che in aggiunta alle altre due localizzate rispettivamente nel quartiere San Gabriele, precisamente in via Deledda, e nella zona lido, completano la mappa. Adesso è possibile usufruire del servizio con la nuova isola posizionata nei pressi della stazione centrale della città e quella nei pressi della Capitaneria di porto – lungomare Marconi».

In totale si tratta di sei “isole” considerando quelle già installate nei pressi del comune di via Pavia e nell’area mercatale, “per non lasciare spazio ad alcuna forma di inciviltà.” Il funzionamento è il medesimo per tutte: attraverso l’identificazione del cittadino per mezzo della tessera sanitaria, verificato poi dal computer interno il regolare pagamento della tassa sui rifiuti, è possibile differenziare i propri rifiuti negli appositi contenitori.

Alcune delle isole ecologiche informatizzate sono dotate di videosorveglianza, perciò ogni trasgressore sarà punito secondo legge. Il progetto delle “isole ecologiche” è stato portato avanti, insieme agli uffici comunali preposti, dal sindaco Stefano Minerva, dall’assessore Venneri e dal presidente della commissione Ambiente Cosimo Nazaro.