Nociglia, nasce l’associazione “Guardie ambientali”. Intanto è referendum sulle fototrappole

1312

Nociglia – Anche Nociglia avrà le sue “Guardie ambientali”. Il “lieto evento” è fissato per domani, sabato 10 febbraio, alle 19 nel palazzo baronale, dove il Comune presenterà l’associazione “Guardie ambientali d’Italia”. In una nota che annuncia questo appuntamento si chiarisce che “le guardie ambientali hanno la funzione della conservazione e valorizzazione dell’ambiente degli animali e della natura mediante opere di sensibilizzazione e di vigilanza sul rispetto delle leggi, contribuendo allo sviluppo e alle attività connesse alla conservazione del patrimonio naturale e paesistico, offrendo il loro servizio a titolo volontario e gratuito, operando nei settori, ittici, venatori e zoofili”. Naturalmente le guardie ambientali saranno sempre pronte e disponibili a collaborare con le Istituzioni e le forze dell’ordine. «La tutela dell’ambiente – commenta il sindaco Massimo Martella – è tra le priorità del nostro programma. Sicuramente la presenza delle Guardie ambientali sarà importante per la salvaguardia del nostro territorio, proprio per questo motivo le abbiamo volute fortemente a Nociglia». Interverranno, oltre al Sindaco Martella, Giuseppe Lazzari (vicecomandante della Polizia provinciale), Massimo Chirivì (esperto di sicurezza informatica e pubblica amministrazione digitale), Davide Rizzello (presidente provinciale dell’Associazione guardie ambientali). Proprio in questi giorni il paese si sta interrogando su di un quesito lanciato via facebook proprio dal Sindaco Martella: fototrappole (sistemi per fissare perché colti sul fatto quanti abbandonano immondizie a caso) sì o no? La maggioranza delle risposte è favorevole, per tentare di frenare questo deprecabile andazzo che interessa purtroppo l’intera provincia leccese ed oltre.