Neviano verso il voto: a confronto i programmi elettorali dei quattro candidati

1272
Il Comune di Neviano

Neviano – Si avvicina a grandi passi l’appuntamento elettorale del 20 e 21 settembre, con la campagna elettorale dei quattro schieramenti in lizza per Palazzo di Città che va avanti a ritmi serrati: fino al verdetto dei cittadini nevianesi, la gestione ordinaria del paese è nelle mani del viceprefetto Paola Mauro, commissaria designata dopo la caduta della Giunta della sindaco uscente Silvana Cafaro a pochi giorni dalla fine del mandato.

Quattro gli sfidanti: Fiorella Mastria, con la lista “Sempre Con Te”; Antonluca Iasi con “SiAmo Neviano”; Luigi Stifani con “Neviano libera”; Adriano Napoli con “Orgoglio Nevianese”.

Luigi Stifani

Luigi Stifani

La lista Neviano Libera sarà la numero uno sulla scheda elettorale ed è stata anche la prima a tenere un pubblico comizio: Luigi Stifani e i suoi in questi giorni diffondono via social il proprio programma, suddiviso in otto “pillole”. Dalla trasparenza amministrativa all’abbattimento delle barriere architettoniche, dalla bonifica delle discariche abusive al sostegno “burocratico e formativo” ai produttori agricoli. Tra le proposte per l’ambiente c’è anche la “compostiera di comunità”, mentre al centro storico si guarda puntando alla ristrutturazione e alla creazione di un “albergo diffuso”. Poi il sociale e anche lo sport: «Abbiamo abbracciato l’idea di realizzare un palazzetto dello sport ed incentivare le attività sportive in genere – dicono i candidati – attraverso lo sviluppo di progetti e piani di informazione e formazione, oltre al coinvolgimento di soggetti autistici o con difficoltà psico-motorie».

Adriano Napoli

Adriano Napoli

Ha affrontato già la piazza anche la lista numero due, “Orgoglio Nevianese”, guidata anche in occasione di questa tornata elettorale da Adriano Napoli, che non ha dubbi sul programma: «Trasparenza amministrativa, giustizia sociale, riordino di situazioni gestite male sia a livello urbanistico che di organizzazione degli uffici, tutela dell’ambiente». A prescindere dal risultato, Napoli sostiene di avere un programma valido sia in caso di vittoria, sia di sconfitta: «Comunque vada faremo politica anche dopo, dedicandoci al monitoraggio degli atti amministrativi. Il nostro lavoro è fatto di attività di controllo e informazione. Terremo l’occhio vigile con denunce, istanze e segnalazioni, come facciamo da anni pur non essendo in Consiglio».

Antonluca Iasi

Antonluca Iasi

La lista numero tre, “SiAmo Neviano”, è l’unica delle quattro contendenti a non aver ancora calcato il palco di piazza Concordia: Antonluca Iasi pubblicizza sui social il suo “progetto di città concreto, nato da un percorso di confronto”: lanciata la proposta per un “monitoraggio della sostenibilità ambientale” per rendere conto alla cittadinanza, ogni 12 mesi, dello stato dell’ambiente del paese. Poi lo sport ma anche i servizi sociali, con la costituzione di una Cooperativa di comunità, e il potenziamento delle figure di assistenza tra gli anziani e nelle scuole, oltre al “fondo di solidarietà” per i meno abbienti. Per il settore turistico si parla di “iniziative culturali e di intrattenimento permanenti di forte richiamo”, mentre a favore della trasparenza si pubblicizza lo “sportello dei diritti”. Nelle aree giochi verdi favorire la creazioni di chioschi, oltre a promuovere l’associazionismo e a valorizzare i “negozi di nicchia”. Si immaginano un nuovo palazzetto dello sport e una piscina comunale, oltre al potenziamento delle zone wi-fi free.

Fiorella Mastria

Fiorella Mastria

Sarà in quarta posizione sulla scheda la lista “Sempre con Te”, che sostiene la candidatura a sindaco dell’unica donna in lizza, Fiorella Mastria (figlia dell’uscente Cafaro). Tre punti salienti animano il programma: «ricondurre il confronto politico all’interno di una corretta e tranquilla dialettica democratica – scrive la Mastria – scevro da personalismi, protagonismi o altro, anteponendo sempre l’interesse pubblico ed il bene della collettività». Grande risalto ai temi sociali: per i dodici pretendenti al Consiglio bisogna “contrastare il declino demografico che interessa da anni il comune, con politiche di sostegno alla famiglia, alla natalità, all’infanzia e alla maternità, e con l’attenzione al ruolo della donna nel sociale”. Un progetto “in continuità” con l’amministrazione uscente: «Portare avanti tutti gli interventi per migliorare la qualità della vita: potenziamento dei servizi, ambiente, verde pubblico, strutture per l’infanzia, per gli anziani ed i giovani».

Nella sfida tra i quattro contendenti fa capolino intanto la satira, anche questa via social: riscuote consensi sempre maggiori l’appena nata pagina facebook “Neviano meme generatore”, che prende di mira tutti gli attori coinvolti nella corsa a Palazzo di Città.