Nel ricordo di Papa Francesco e di don Tonino Bello gli auguri per il nuovo anno di mons. Vito Angiuli

967
Papa Francesco e monsignor Vito Angiuli

Ugento – Un anno vissuto all’insegna di don Tonino Bello e nel ricordo indelebile della visita di Papa Francesco ad Alessano. Questo il 2018 della diocesi di Ugento-Santa Maria di Leuca ricordato per Piazzasalento, alla vigilia di Capodanno, dal vescovo Vito Angiuli.

Il messaggio augurale «Ringrazio tutti, dal primo all’ultimo per aver reso ancora più bello e appassionante l’anno appena concluso, in larga misura vissuto all’insegna di don Tonino Bello, figlio di questa terra e testimone autorevole della Pace, intesa come dono di Dio all’umanità  sofferente in cerca di pace, ma Pace anche come impegno e dono da scambiarsi reciprocamente tra  fratelli. Il Capodanno, che dal lontano 1968 San Paolo VI ha inteso dedicare alla Pace, divenga finalmente “convivialità e fraternità fra i popoli”, come ci ha insegnato il nostro don Tonino Bello. Ma Pace intesa anche come impegno per la salvaguardia del creato, alla luce dei disastri ambientali che si susseguono sempre più numerosi a causa dell’inquinamento e del mancato rispetto della natura da parte dell’uomo; e Pace infine come rispetto della dignità della persona, spesso privata dei suoi più elementari diritti. Auguri di Pace a tutti, all’insegna di una rinnovata giustizia sociale che garantista un lavoro dignitoso ai nostri giovani e a quanti hanno perduto il lavoro».