Nasce un Centro studi per conoscere Parabita e il territorio circostante, ricordando il maestro Giuseppe Serino

1149

Parabita – Con l’obiettivo di promuovere la ricerca storico-antropologica, non solo all’interno del territorio di Parabita, prende il via il progetto socio-culturale intitolato alla figura del compianto maestro parabitano Giuseppe Serino.

La serata di presentazione, in programma quest’oggi nell’atrio di Palazzo Ferrari, ha visto i saluti del Sindaco Stefano Prete e gli interventi di Antonio Romano, docente di Glottologia e Linguistica presso l’Università di Torino, dello storico Mario Oronzo Spedicato (nella foto), dell’antropologo Eugenio Imbriani (entrambi insegnanti accademici presso l’Università del Salento) e dell’archeologo Stefano Calò. «La funzione principale è quella di avere nella nostra città, un luogo fisico per la raccolta storica che dia delle indicazioni approfondite e rigorose», ha affermato il sindaco Prete in relazione al progetto promosso dal Centro studi storico-antropologico.

Lo studio di Serino

A Serino, già docente di scuola elementare, su richiesta nel 1855 dello scrittore Giuseppe Castiglione, si deve la redazione di un prezioso manoscritto dal titolo: “Memorie sulla terra di Parabita e sue antichità”. Il lavoro costituisce tutt’oggi una delle fonti più importanti in ambito locale per la descrizione dell’origine e dei mutamenti che sono sopravvenuti nella vita sociale, economica, religiosa e culturale di Parabita.

Il gruppo di studio si impegnerà a formare dei giovani cultori locali ed agirà sotto la guida di un comitato scientifico composto da personalità accademiche coinvolgendo l’intero territorio.