Nardò: sabato 22 dicembre chiese aperte, presepi e concerto al Teatro comunale

1275
L'interno della chiesa di Sant'Antonio a Nardò
L’interno della chiesa di Sant’Antonio

Nardò – Sabato 22 dicembre permetterà a neretini e non di entrare nel vivo dell’atmosfera natalizia con tre appuntamenti affascinanti, inseriti nel programma “Nardò sotto le stelle”.

Chiese aperte. Saranno quattro le chiese del centro storico che sarà possibile visitare nell’ambito dell’edizione natalizia di “Chiese Aperte” (contestualmente anche a Galatina e Gallipoli), sotto la guida degli operatori di Archeoclub Terra d’Arneo. Le chiese aperte saranno la Basilica Cattedrale (dalle ore 19,30 alle 22), la chiesa di Sant’Antonio (dalle 18,45 alle 22), la chiesa Beata Vergine del Carmelo (dalle 18,30 alle 22), e quella di Santa Chiara (dalle 18 alle 21). Durante la serata sarà possibile visitare anche il castello Acquaviva d’Aragona.

Antonietta Martignano

Antonietta Martignano, presidente di Archeoclub Terra d’Arneo dichiara: “Chiese Aperte è ormai diventato per la nostra associazione un appuntamento fisso, che ci permette di rendere disponibili molti luoghi di culto, respirando la loro storia, l’arte e ammirandone la bellezza. Il filo conduttore di quest’edizione natalizia sarà ‘presepi sacri’: il presepe, che è simbolo per eccellenza della tradizione natalizia, trova spazio in ogni chiesa come capolavoro di artigianato e architettura, con particolari unici da togliere il fiato”.

Inaugurazione del presepe artistico di Lino Prete. E a proposito di presepi, imperdibile è quello in arte povera realizzato dal maestro neretino Lino Prete. L’inaugurazione è prevista per le ore 19,30 in via Duomo. Nato da un’idea della Società operaia di mutuo soccorso “Giovanni Zuccaro”, il presepe sarà aperto ogni giorno dalle 19 in poi, fino al 6 gennaio. Alla cerimonia di inaugurazione prenderanno parte il vescovo della diocesi Nardò-Gallipoli monsignor Fernando Filograna, che benedirà l’opera, il Sindaco Pippi Mellone e, in rappresentanza della Società operaia, Francesco Frasca e Franco Barone.

Lino Prete

Dopo aver riammodernato il Milan Club Nardò con i suoi disegni e il corridoio che conduce al reparto di oncologia dell’ex ospedale “San Giuseppe Sambiasi”, per Lino Prete una nuova sfida, sebbene di presepi ne avesse già creati tanti: “È un’opera che di buon grado dono ai neretini e ai turisti, sperando sia apprezzata. Da parte mia, un ringraziamento va alla Società operaia che mi ha permesso di lavorare in totale tranquillità e senza mai farmi mancare nulla”.

Dario Pinelli

Concerto in serata. A chiudere gli eventi di sabato 22, alle ore 20 presso il Teatro comunale, c’è il concerto “Acqua per la vita” del Dario Pinelli Trio (voce e chitarra di Dario Pinelli, al basso Ivano Corvaglia e alla batteria Marco Iunco), organizzato da Lions Club Nardò, Rotary Club Nardò, Caffè Letterario Neritonensis e Istituto di Cultura Salentina. Il ricavato sarà destinato alla costruzione di una torre di riserva idrica nell’Hopital “La Croix di Zinviè” in Benin, dove il medico neretino Norberto Pellegrino svolge da anni attività di volontariato.