Nardò, il centrocampista Walter Patera si ritira dal calcio giocato

3232
Walter Patera

Nardò – Conclusa anzitempo la stagione 2019/20 causa Coronavirus, si chiude dopo 15 anni anche la carriera di Walter Patera. Il centrocampista offensivo neretino, classe ’90, un passato anche con Nardò, Gallipoli e Maglie, ha maturato la sua decisione definitiva in questo periodo di stop forzato.

Ho deciso di lasciare a malincuore il calcio – afferma Patera – dopo una vita in campo. Sono innamorato di questo sport ma gradualmente, col passare degli anni, ho perso un po’ gli stimoli nell’affrontare la routine settimanale. È normale poi che, la domenica, una volta entrati in campo si dà il 100% per la propria causa, ma anche in considerazione di qualche acciacco di troppo ho preferito staccare la spina”.

La voglia di mettersi al servizio dei ragazzi

Conclusa quella in campo, per Patera inizia ora una nuova avventura con la SV Sport Management, l’agenzia di consulenza guidata da Stefano Squitieri, ex calciatore fra le altre della Salernitana, e il procuratore Valentino Viviani. “Sarò un delegato dell’agenzia – spiega Patera – ma, oltre al ruolo di agente, sto studiando per intraprendere un percorso come direttore sportivo”.

Alla base di tale scelta la considerazione che il calcio non è più quello di una volta e che le delusioni sono dietro l’angolo, specie per i più giovani. “Ho tanta voglia di aiutare i ragazzi – commenta l’ex centrocampista –, ho giocato a calcio per 15 anni e non voglio che i più giovani subiscano certe delusioni che ho provato io, delusioni che sono dietro l’angolo quando ci si imbatte in persone sbagliate senza scrupoli”.

I ragazzi che si affideranno a me saranno tutelati nella massima misura con sincerità e trasparenza. Talvolta tanti non addetti ai lavori si improvvisano nel ruolo di agente, vendendo illusioni e gettando fumo negli occhi, ma se vogliamo salvare il calcio serve gente che ha giocato a pallone e che conosce realmente le dinamiche”, conclude Patera.