Nardò, a sorpresa il “Giardino che vorrei” al primo giorno di scuola per i più piccoli

2062

Nardò – Si vuole distinguere per accoglienza la scuola dell’infanzia “M. Bocchetti Alberti” di Nardò. In occasione del primo giorno di scuola presso il circolo di piazza Umberto, i bambini sono stati accolti in uno spazio del tutto particolare, con grande stupore loro e dei genitori. Una sorpresa molto gradita a giudicare dai commenti dei presenti.

Il gruppo dei docenti, infatti, da un paio di anni premeva per la realizzazione di un spazio inedito, denominato “Il giardino che vorrei”, una sorta di sala giochi completa di bici, scivoli e sabbiera molto apprezzata dai bambini i quali, naturalmente, non hanno perso tempo per inaugurarla nel migliore dei modi. Il problema finora erano stati i soldi che non c’erano.

Soddisfazione da parte della dirigente scolastica, la professoressa Maria Gabriella Caggese che, grazie a fondi della scuola e all’impegno dei genitori, ha messo a disposizione le attrezzature, col supporto dell’Amministrazione comunale e del consigliere Antonio Tondo.

Adesso del progetto c’è qualcos’altro da realizzare. Infatti la scuola dell’infanzia di piazza Umberto ha già in mente un intervento che mira ad ampliare “Il giardino che vorrei” con un tappeto anti trauma pronto ad estendersi ancora. Per la felicità dei bambini, che una sala giochi così non l’avevano mai vista e che un primo giorno di scuola come questo difficilmente potranno dimenticarlo.