Movida, regole e controlli, l’appello di quattro pub di Casarano: “Lasciateci lavorare”. E in città arriva Lopalco per spiegare la “ripartenza”

6879
Pierluigi Lopalco

Casarano – Un “patto sociale” per poter lavorare nel rispetto delle regole è quanto propongono i titolari di quattro locali del centro a Casarano. Dopo l’ennesimo intervento da parte delle forze dell’ordine, al fine di evitare sabato scorso gli assembramenti nelle immediate vicinanze, i gestori di Ffound (nella foto d’archivio), Shakespeare pub, Mood cafè  e Core Cafè hanno reso nota una lettera con le loro proposte, “per ripristinare la verità dei fatti e delle cose“.

Nell’appello lanciato ad istituzioni, forze dell’ordine e cittadini, i locali in questione dicono di sentirsi abbandonati dalle istituzioni, registrando una sorta di “accanimento delle forze dell’ordine nei loro confronti”. In sostanza se all’interno dei locali, sostengono, “le regole le facciamo rispettare”, ciò non può avvenire all’esterno.

L’appello

«Chiediamo e offriamo collaborazione, alle istituzioni, alle forze dell’ordine e alla società civile. A nostre spese, con fatica e sacrificio, ci impegniamo a far rispettare le regole del distanziamento, negli spazi di nostra competenza, non potendo e non avendo l’autorità per fare altrettanto in quelli pubblici», scrivono nella nota.

«Dopo tre mesi abbiamo riaperto tra dubbi, incertezze normative ed economiche, e siamo finiti per diventare il “capro espiatorio” di controlli quasi simili a quelli fatti ai malavitosi, come se il solo fatto di aprire dopo le 20, fosse di per se, già una colpa», scrivono i gestori che chiedono la collaborazione degli stessi clienti alcuni dei quali (“per fortuna non tutti”) dimostrano di non rispettare le regole anti-contagio. «Abbiamo bisogno di lavorare, onestamente e nel rispetto delle regole. Proponiamo un patto con le istituzioni, per combattere tutti insieme questo maledetto virus. Non possiamo essere i terminali di un sistema che cerca responsabili e non soluzioni», concludono. L’iniziativa dei locali ha incontrato la solidarietà dell’Associazione commercianti e imprenditori di Casarano.

L’incontro con Lopalco

Anche di questi problemi si discuterà venerdì 5 giugno alle ore 16 nell’incontro programmato in auditorium alla presenza del prof. Luigi Lopalco, responsabile del coordinamento emergenze epidemiologiche della Regione Puglia. Il dibattito pubblico (occorre prenotare la presenza al numero 340/5051882) avrà per oggetto la ripartenza delle attività economiche dopo il lockdown e la messa in sicurezza delle stesse attività.

La presenza di Lopalco a Casarano è resa possibile grazie all’impegno del direttivo dell’Associazione commercianti e di Cristian Preite e Gigi Costa, membri della task force regionale di cui fa parte lo stesso Lopalco. «Sara l’occasione giusta per avere delle linee guida precise che possono aiutare la ripresa in modo corretto. L’evento sarà a numero chiuso nel rispetto delle norme Covid 19», affermano i promotori.