Minacce e violenze verso la madre e i vicini: due arresti a Taviano e Galatone

1364

Galatone – Movimentati arresti di due giovani a Galatone e Taviano per atti violenti ai danni di congiunti e di vicini. Nel primo caso hanno avuto un gran da fare i carabinieri di Galatone per indurre a più miti consigli un 22enne completamente fuori di sé.

L’uomo, identificato come Dario Potenza nato a Nardò e residente a Galatone, ha attirato con le proprie urla vicini e passanti che hanno chiamato i carabinieri anche per bloccare i pericoli per l’incolumità pubblica dei passanti per quella strada.

Dal balcone vasi e mobili

Giunti sul posto i militi hanno trovato il giovane in evidente stato di alterazione psicofisica, intento a sfasciare e gettare sulla sottostante strada pubblica il mobilio di casa in cui conviveva con la madre, insieme a vasi in terracotta. I carabinieri hanno ricostruito l’accaduto: il 22enne aveva dapprima minacciato il vicino e poi la propria madre. Motivo: ottenere dei soldi.

Atti persecutori commessi ai danni della propria genitrice anche in un altro episodio domestico avvenuto a Ugento con protagonista un giovane di Taviano. L’uomo era già sottoposto al regime di divieto di dimora nel paese di Ugento perché ritenuto responsabile di atti violenti commessi ai danni della madre. La corte d’Appello di Lecce ha aggravato la pena in base a quanto accertato dai carabinieri di Ugento e il giovane è stato infine sottoposto agli arresti domiciliari.