Microcristalli per bloccare il killer Xylella: gli animatori della ricerca Demetra fanno il punto in un seminario

339

Gallipoli – Se ne era parlato, tra le altre, anche nei momenti di maggiore attenzione verso quell’altra epidemia chiamata Xylella e ora si è giunti alle prime risultanze che incoraggiano chi ancora crede di poter salvare il salvabile degli uliveti di Puglia. Bloccare l’avanzata del batterio killer ostruendo le “vene” che lo diffondono per l’intera pianta, salvando così la parte sana della stessa.

Di questi nanocapsule, cristalli infinitamente piccoli e di altre ricerche ed esperimenti in corso si discuterà domani a partire dalle 17,30 in un seminario via web presso l’Università del Salento di Lecce nell’ambito del progetto Demetra, uno dei progetti presentati e finanziati per combattere Xylella fastidiosa.

“Risultati ncoraggianti”

“Si parlerà degli incoraggianti risultati – dicono da Demetra – della ricerca scientifica sui nanocristalli di carbonato di calcio e altre formulazioni a zero impatto ambientale e sul loro ruolo strategico nella battaglia in atto”. Il webinar (seminario via web) riguarda il progetto dedicato al design e alla sperimentazione di tecnologie innovative sul campo.

Il momento di approfondimento on-line causa emergenza Covid-19, sarà l’occasione per tirare le fila dei vari studi realizzati dai partner di Demetra. In particolare la dott.ssa Enza Dongiovanni del Centro di ricerca, sperimentazione e sperimentazione in Agricoltura (Crsfa) “Basile Caramia”, relazionerà su “Verifica degli effetti delle nanoparticelle per il contenimento del batterio da quarantena.

Biomolecole, concimazione organica

Della produzione di vettori-hi tech per traghettare nelle piante bio molecole anti Xylella parlerà la dottoressa Alessandra Truppi, Tct Nanotech. L’effetto della concimazione organica su un oliveto colpito da Xylella è il tema della relazione degli agronomi Filippo Piacente e Carlo Alberto Antoniazzi di “Ebf” mentre il professor Giorgio M. Balestra di “Dafne” illustrerà l’esito della valutazione di nano-fertilizzanti a supporto della filiera olivicola.

Modera il webinar il professor Giuseppe Ciccarella, del Dipartimento di Scienze e Tecnologie Biologiche ed Ambientali di Unisalento, che è anche il coordinatore tecnico-scientifico del progetto.

I partecipanti al progetto

Del Progetto Demetra fanno parte: Consorzio interuniversitario nazionale per la scienza e tecnologia dei materiali (Instm) dell’Università del Salento, Politecnico di Bari, Istituto per la protezione sensibile delle piante (Ipsp) del Consiglio nazionale ricerche di Bari, Centro di ricerca sperimentazione e formazione in agricoltura (Crsfa) “Basile Caramia”, Tct Nanotech, Agro Bio Lab Laboratory, Lab Instruments, Ebf Euro Bio Fert.