Matino, un incontro pubblico per dire no alla cava in zona Arpa

L'appuntamento mercoledì 21 novembre, alle ore 19 presso il Teatro Comunale “Giuseppe Peschiulli”

890
Angela Giorgino

Matino – Prosegue la marcia del comitato civico “Salviamo l’Arpa”, che si batte per impedire la realizzazione di una cava per l’estrazione dell’argilla in zona Arpa, fra Alezio, Matino, Parabita e Taviano, a poca distanza dal Parco Naturale Regionale del Pizzo, a Gallipoli. Il prossimo appuntamento per dire no al progetto è fissato per mercoledì 21 novembre, alle ore 19 presso il Teatro Comunale “Giuseppe Peschiulli” di Matino. Previsto l’intervento di rappresentanti delle istituzioni e di associazioni locali.

“Non lasciamoci strappare altro suolo” è lo slogan del comitato costituitosi lo scorso 22 aprile e presieduto da Angela Giorgino. Il progetto della cava, proposto dalla ditta “Geoambiente Srl” di Cavallino, prevede uno scavo su cinque ettari di terreno, a 21 metri di profondità. Un’ipotesi che spinge a interrogarsi sul possibile impatto ambientale negativo, considerata anche la presenza in zona di una falda sia superficiale che profonda. E proprio per la valutazione dell’impatto ambientale e la riduzione dei rischi lo scorso 1 agosto la Conferenza dei servizi ha avviato uno studio. Intanto, c’è già il parere contrario delle Amministrazioni dei Comuni in cui il progetto ricade e le perplessità emerse in una perizia geologica stilata per conto del Comune di Alezio e del comitato “Salviamo l’Arpa”.