Matino città d’arte e a vocazione turistica, dalla Regione il riconoscimento

La città presente al premio “100 Mete d'Italia” svoltosi a dicembre nelle sale di Palazzo Madama

1815

Matino – Matino si conferma città a vocazione turistica. Dello scorso 28 gennaio è il riconoscimento giunto in tal senso dalla Regione Puglia con l’inserimento ufficiale nell’elenco dei “Comuni ad economia prevalentemente turistica e delle Città d’arte”. «Si tratta per noi di un punto di partenza su cui innestare un nuovo modo di pensare i servizi, le modalità di fruizione dei nostri luoghi di pregio storico e artistico», fa sapere il sindaco Giorgio Salvatore Toma.

Tale riconoscimento non è fine a se stesso in quanto autorizza il Comune a partecipare a tutta una serie di bandi finalizzati a rafforzare le potenzialità turistiche della città. Ma Matino si è fatta notare anche a livello nazionale in occasione della seconda edizione del premio “100 Mete d’Italia” svoltosi lo scorso dicembre a Roma nelle sale di Palazzo Madama.

Le presenze I riconoscimenti ufficiali si accompagnano anche a numeri positivi, come si evince dal confronto dei dati forniti da Pugliapromozione – Agenzia Regionale del Turismo. In attesa dei numeri per il 2018, l’analisi del biennio precedente fa registrare un aumento (seppur lieve) di presenze in città: i visitatori italiani sono passati dai 3.087 nel 2016 ai 3.379 nel 2017 malgrado il calo degli stranieri che da 532 passano a 222.

Pubblicità

«“Turismo e cultura” – conclude Toma – sono elementi fondamentali sui quali scommettere il futuro della nostra città. Per questo è necessario dar vita ad una nuova coscienza collettiva, rendendo partecipi e consapevoli gli operatori locali, ma anche i turisti, del vero e pieno potenziale che Matino possiede in tema di patrimonio storico, culturale e turistico».

Pubblicità